La Pisana La Pisana / Via Giuseppe Balzaretto, 79

Lavori terminati, anzi no: a la Pisana la "rotatoria della fortuna" sarà completata

Dopo giorni di accese polemiche per la rotatoria solo disegnata il municipio annuncia il proseguimento del cantiere: "Ci sarà una nuova fase"

La rotatoria di via del Balzaretto

Alla fine il quartiere avrà la sua rotatoria, di quelle "vere", rialzate rispetto a livello stradale e quindi ben visibile e inaggirabile dagli automobilisti. Tra via Vignaccia, via di villa Troili, via Eudes e via del Balzaretto, in zona Pisana, il municipio XII a trazione grillina ha deciso di proseguire i lavori e completare l'opera. "Verrà collocata, al centro dell’isola di traffico, una rotatoria sormontabile ad anello di diametro pari a 3 metri simile a quella in foto (vedi subito sotto, ndr) e verranno collocati lungo il perimetro dell'isola di traffico degli occhi di gatto stradali per aumentarne la visibilità notturna" spiega l'assessore alla Mobilità Alessandro Galletti. 

rotatoria 2-4-2

Meno male, commenta qualche cittadino tirando un bel sospiro di sollievo dopo giorni di polemiche tutte dirette all'amministrazione municipale. La ragione? Lo scorso 8 ottobre la presidente Silvia Crescimanno annunciava su Facebook: "Questa mattina sono iniziati i lavori per realizzare la rotatoria attesa da tempo dai cittadini. Stasera i lavori sono terminati e il quadrante della Pisana ha una viabilità un pó più sicura". 

Già, ma la rotatoria era (ed è ancora) solo disegnata a terra con la segnaletica orizzontale. Tanto che le macchine l'hanno subito ignorata attraversandola nel mezzo come se non ci fosse e senza rispettare le precedenze. I residenti l'hanno notato e riempito di lamentele le pagine Facebook di quartiere e dei comitati di zona. In molti hanno definito l'incrocio "più pericoloso di prima".

rotatoria 3-2-2

Senza contare il cerchio rappresentante la rotatoria suddiviso all'interno in spicchi bianchi che hanno scatenato l'ironia social. Qualcuno chiedendosi se esista qualcosa di simile nel Codice della strada, l'ha ribattezzata la "rotatoria della fortuna" paragonandola alla nota ruota del programma tv. Insomma, tanto è stato detto e lamentato che alla fine il municipio ha deciso di riaprire il cantiere, dichiarando che quella disegnata a terra era solo una prima fase dei lavori. 

La polemica però non si placa del tutto. A interrogare direttamente la presidente Silvia Crescimanno sull'accaduto è il consigliere della Lega Giovanni Picone. Si chiede "se il progetto iniziale prevedeva una rotatoria solamente disegnata e senza alcuna installazione ulteriore, i costi dell'intervento, e i motivi per cui i lavori sono durati solo un giorno". Già, perché il progetto iniziale comunicato anche in commissione Trasparenza prevedeva lavori tra il 21 settembre e il 5 ottobre. Due settimane di tempo e non un giorno. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori terminati, anzi no: a la Pisana la "rotatoria della fortuna" sarà completata

RomaToday è in caricamento