Monteverde

Sicurezza a Monteverde: "Un carabiniere di quartiere contro i furti". Ma i grillini bocciano la proposta

Il no dei consiglieri M5s in aula: "Fenomeno gonfiato dalla campagna elettorale"

Immagine d'archivio

Denunce di furti e scippi in aumento su tutto il territorio? Le opposizioni compatte chiedono che venga istituito il "carabiniere di quartiere", ma il Movimento Cinque Stelle si oppone. Il tema sicurezza ha tenuto banco all'ultimo Consiglio municipale, dopo le proteste dei cittadini per l'escalation di episodi di microcriminalità nel quadrante. Ma la proposta avanzata da Fratelli d'Italia e sottoscritta sia da Forza Italia che dal Partito democratico, è stata rispedita al mittente con 9 voti contrari dai consiglieri M5s. 

Nella mozione si spiegano i vantaggi di avere un militare impegnato personalmente su un singolo quadrante, già sperimentato in decine di piccoli Comuni di provincia e centri urbani da ormai quattro anni. La richiesta rivolta all'aula è di "rappresentare agli organi competenti, l'esigenza di prevedere" anche nel territorio del municipio XII "uno o più presidi fissi con una unità mobile". 

IL VIDEO SERVIZIO - Passeggiate della sicurezza a Monteverde

"Il carabiniere di quartiere presidia il territorio a lui assegnato con l'obiettivo di garantire il rispetto delle leggi e migliorare la qualità della vita e la sicurezza degli abitanti - si legge nel testo - gli esiti del sondaggio sul sito sito web dell'Arma, dimostrano che l'attività del Carabnieri di quartiere ha centrato l'obiettivo fondamentale. Circa l'80 per cento dei cittadini ha espreso piena sodisfazione per il livello del serizio apprezzano la disponibilità al dialogo"

Contrari all'idea i consiglieri pentastellati che hanno bocciato la mozione, convinti che sia solo una questione di percezione o di campagna elettorale. Il pensiero serpeggia tra gli scranni della maggioranza, condiviso all'unanimità dai consiglieri contrari: "Il fenomeno non è in aumento, così si fa del terrorismo psicologico, o si va a caccia di consensi in campagna elettorale". 

"Una presa di posizione incomprensibile e grave perché i grillini hanno giustificato il voto contrario asserendo che sui social è partita la psicosi - hanno dichiarato il capogruppo di FdI Giovanni Picone e Marco Giudici vicepresidente dell'aula - per noi la sicurezza e la tranquillità dei cittadini vengono prima di tutto, mentre a livello politico il M5S in Campidoglio e al Municipio XII nulla ha fatto in termini di investimenti per la sicurezza e per rendere più vivibili e illuminate le nostre strade".

"E' incomprensibile come la sindaca Raggi non abbia ancora convocato un apposito vertice del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza che pure le compete - commenta anche il consigliere regionale di FdI Fabrizio Santori - mentre la sua omologa municipale Crescimanno resta sorda agli appelli che arrivano dagli abitanti spaventati da una criminalità che sta dilagando" 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sicurezza a Monteverde: "Un carabiniere di quartiere contro i furti". Ma i grillini bocciano la proposta

RomaToday è in caricamento