Bravetta Monteverde / Via di Bravetta

Villa York, ecco come sarà la tenuta dopo il restauro

Un accesso agli atti dai consiglieri di opposizione rivela gli allegati tecnici del progetto

Una dimora principesca in piena regola sorgerà a Roma ovest: è quanto appare scorrendo i progetti di restauro di Villa York, la tenuta appartenuta per pochi anni a un nobile inglese, transitata di mano in mano fino a diventare bene infruttifero nel patrimonio della Federconsorzi e di recente acquistata dagli immobiliaristi taiwanesi di LDC Hotels & Resorts. Secondo un comunicato della nuova proprietà, “nel 2022 sarà la volta [dell’apertura] di Villa York a Roma, che all’interno del parco naturale attiguo al nostro A.Roma Lifestyle Hotel si aprirà per accogliere eventi e cerimonie di prestigio”.

L'accesso agli atti

Contenti a metà, anzi in effetti scontenti, molti cittadini e gruppi ambientalisti che speravano nel restauro, sì, ma nell’ambito di una destinazione a bene pubblico, parte del più ampio parco della Riserva Naturale dei Casali. Secondo gli attivisti il prezzo di vendita dell’intero resort sarebbe da stimarsi fra i 6 e i 9 milioni di euro per oltre 400mila metri quadri di terreno entro il raccordo. Un accesso agli atti richiesto dai gruppi ambientalisti e materialmente effettuato dal consigliere di Sinistra per Roma Stefano Fassina consente di visionare il “Programma di miglioramento ambientale” depositato al dipartimento Sviluppo Attività Produttive e Agricoltura di Roma Capitale.

L'accesso su via di Bravetta

Intanto i volumi: circa 370mila metri quadri sui 400mila complessivi saranno destinati ad azienda agricola seminitiva e il restante saràoccupato da edifici e servizi.  Iniziamo da ovest, dalla parte a occidente dell'agriturismo attualmente esistente su via del forte Bravetta; il progetto prevede la costruzione di nuova viabilità con due nuovi accessi carrabili. Un’entrata principesca, per la precisione, sarà aperta proprio su via di Bravetta poco a nord della girata per via del Forte Bravetta; poco dietro sarà edificato un centro agricolo di nuova edificazione. Scorrendo verso sud, dietro alla cappella attualmente esistente e al portale che conduce a villa York, sarà riqualificata la via d'accesso attualmente in sede con la valorizzazione dei gelsi storici e sarà aggiunto un accesso di servizio addizionale a uso agricolo, circondato da filari di ciliegi.

La villa e il parco

Tutta la zona storica della villa, compreso lo stabile principale, il ninfeo e il parco saranno restaurati e valorizzati. A sud della villa, sarà stabilito un “annesso agricolo multifunzionale”; a nord della villa, a settentrione del controninfeo, sarà stabilita una fattoria didattica completa di alloggio per il tenutario dell'azienda; ancora più a nord arriveranno un centro sportivo di nuova edificazione con campo da calcio, accanto all'attualmente esistente “fabbricato per uffici”. Completeranno l'opera di ristrutturazione gli interventi idraulici come pompe di rilancio delle acque nere e serbatoi di raccolta acque meteoriche.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa York, ecco come sarà la tenuta dopo il restauro

RomaToday è in caricamento