Bravetta Monteverde / Via Raffaele Battistini

Le alberature del Parco Tarra saranno pronte per settembre

Lo spazio verde presso via Raffaele Battistini sarà intitolato a Vittorio ed Eugenia Tantucci, coppia di latinisti. Il punto in una commissione trasparenza del XII Municipio

Il parco Tarra vede proseguire i lavori sulle alberature e i sopralluoghi hanno dato esito positivo per le piantumazioni che, hanno informato i tecnici, saranno inaugurate a settembre. Questo l'esito di una commissione Trasparenza del XII Municipio in cui, fra le altre vicende, si è fatto il punto sui lavori della piccola area verde. I consiglieri presenti hanno dato notizia anche del cambio di nome della stessa area verde compresa fra via Raffaele Battistini, vicolo di Val Tellina e Via Giulio Tarra: secondo un atto della giunta capitolina risalente allo scorso maggio, il parco di via Tarra sarà intitolato a Vittorio ed Eugenia Tantucci. 

Latinista lui, scrittrice lei, si incontrano all'università di Bologna; Tantucci sarà autore di una sintassi latina ampiamente utilizzata in tutte le scuole italiane del dopoguerra e "il Tantucci" diventerà per antonomasia il nome del metodo di questo studioso che verrà conosciuto da centinaia di migliaia di scolari: tutt'oggi è in adozione nelle scuole italiane. Eugenia Bruzzi in Tantucci, collega del marito nella redazione dei manuali, fu preside negli istituti superiori, scrittrice, pubblicista e membro di diverse commissioni ministeriali di aggiornamento dell'ordinamento scolastico. Fu anche membro del consiglio direttivo dell'Associazione Italia Nostra e promotrice di corsi di aggiornamento per il personale docente. Ad entrambi sono dedicati premi e riconoscimenti. 

Sono oltre 200mila euro i fondi per i lavori che attualmente procedono al parco Tarra, secondo l'assessore competente della giunta Cinque Stelle Alessandro Galletti; fra gli impegni, il rinnovo dell'illuminazione, area fitness e lavoro sulle alberature. L'area verde è divenuta nota alle cronache lo scorso 31 maggio quando, in seguito alla segnalazione di un cittadino, i carabinieri hanno trovato un 21enne peruviano in gravissime condizioni e un suo connazionale di 24 anni, anche lui ferito. Trasportato il primo d'urgenza al San Camillo con ferite gravissime, non si è poi più avuta notizia del decorso; ma per tutte le forze politiche la piccola area verde era divenuta emblema di insicurezza e degrado. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le alberature del Parco Tarra saranno pronte per settembre

RomaToday è in caricamento