Sabato, 12 Giugno 2021
Bravetta

Il mistero del mercato di via dei Capasso

Procedura conclusa e ditta individuata, ma non si conosce la data di inizio lavori: la giunta a Cinque Stelle comunica “intorno alla metà di giugno”

Il cantiere del mercato di via dei Capasso dovrebbe aprire “intorno a metà giugno, salvo ulteriori e diversi inconvenienti”: questa la posizione arrivata a Roma Today da esponenti della giunta del XII Municipio. Non è stato facile ottenere una data per l’inizio dei lavori di uno spazio mercatale tanto atteso dai cittadini di Bravetta e che l’amministrazione Cinque Stelle ha cantierato già da diversi mesi: e in effetti, un giorno specifico non è stato indicato. 

L’ultimo aggiornamento pubblico sulla procedura di costruzione era stato dato dall’assessora capitolina Linda Meleo nella commissione comunale Lavori Pubblici dello scorso 22 aprile: “Fine maggio – inizio giugno massimo partono i cantieri”, aveva detto la Meleo; “a seguito dell’indizione del bando nel dicembre 2020 e dell’aggiudicazione dello stesso in data 8 aprile 2021, i lavori per la realizzazione del Mercato in questione, estremamente importante per il quadrante interessato, dovrebbero partire tra la fine di maggio e gli inizi di giugno e, salvo imprevisti, dureranno all’incirca 1 anno”, aveva rincalzato Alessandra Agnello, presidente del gruppo di lavoro, sempre per il M5S. "Siamo a fine maggio, però, e del cantiere non si sa nulla", dichiarano al telefono, dall'opposizione, al nostro giornale.

Quanto comunicato a Roma Today da fonti della maggioranza capitolina e municipale e dell’amministrazione del SIMU (che è competente per i lavori) ha i contorni della vaghezza. La procedura di gara è stata ultimata e la ditta è stata individuata, spiegano; sarebbero in corso i rilievi tecnici e le verifiche sulla ditta aggiudicataria. Il progetto? “Rimane quello di prima”, dove “di prima” si riferisce alla precedente gara aggiudicata nel 2016 e decaduta nel 2018 per difficoltà tecniche della ditta vincitrice: lo spazio mercatale dovrebbe ospitare 16 box al coperto, 40 posti auto liberi (e gratuiti) anche per i residenti e una stanzetta di 20 metri quadrati con servizi al cittadino. Da notizie di stampa si apprendeva che i lavori sarebbero dovuti partire in tempo celere: ma il condizionale oggi è d’obbligo, date le risposte a disposizione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mistero del mercato di via dei Capasso

RomaToday è in caricamento