rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Monteverde Monteverde

Gestione degli asili a Monteverde, la Lega attacca il Comune

Tramite una nota ufficiale il consigliere leghista Giovanni Picone chiede all'Amministrazione di spiegare il perché della scelta di gestire gli asili e di non seguire le norme del bando

Tramite una nota ufficiale rivolta a tutti gli uffici coinvolti nella vicenda degli asili nido di Monteverde, il capogruppo della Lega in Campidoglio Maurizio Politi e il consigliere leghista del Municpio XII di Roma Giovanni Picone attaccano l’operato del Comune. 

La storia riguarda la presa in gestione del Comune di Roma dei tre asili nido Il Bruco e la Mela” in via Colli Portuensi, il “Dolci Sorrisi” in via Vivanti e il “Nido Castelverde” in largo Rotello e la mancata assegnazione delle suddette strutture a delle cooperative sociali. 

L'attacco della Lega al Comune

Secondo la Lega nel bando della discordia riguardante l’assegnazione degli asili, le cooperative potevano partecipare soltanto all’assegnazione di un solo asilo. “Essendoci meno cooperative partecipanti al bando era dunque prevedibile che qualche asilo sarebbe rimasto fuori dall’assegnazione” tuona Picone. Il consigliere della Lega sottolinea che “Noi contestiamo il fatto che il bando di luglio 2020, è stato approvato ad aprile, e la comunicazione è arrivata soltanto ad inizio maggio. In questo modo si creano disagi sulle prossime aperture” – e aggiunge - “La cosa più grave è che, come ci hanno fatto notare i genitori, nel bando c’era una clausola secondo cui in mancanza di lotti aggiudicati. L’Amministrazione doveva procedere ad una gara ad inviti, ma non l’ha fatto, e questa è una criticità”.

Giovanni Picone accusa l’Amministrazione di non aver rispettato le clausole del bando e chiede spiegazioni sulle motivazioni che hanno spinto il Comune a stravolgere l’impianto formativo dei bambini.” I genitori avevano scelto una scuola per i propri figli e si ritrovano costretti ad una formazione che non volevano e che non conoscono. Il problema riguarda pure tutti gli addetti ai lavori dell’asilo, dagli insegnanti ai bidelli. È una mancanza della salvaguardia dei livelli occupazionali” - conclude Giovanni Picone. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gestione degli asili a Monteverde, la Lega attacca il Comune

RomaToday è in caricamento