rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Val melaina Tufello / Via Monte Severo

I cantieri di Val Melaina: fermo quello dell'Ater a via Monte Severo

Fermo da alcuni giorni il cantiere Ater di via Monte Severo, che ha lasciato nel disagio i residenti. Comitato Val Melaina: "Rinnoviamo l'invito al Sindaco Alemanno a voler venire a trovarci anche qui a Valmelaina, dove troverà sicuramente un inquilino di via Monte Severo ben disposto a farlo affacciare alla finestra"

Tante le polemiche sulla questione del prolungamento della Metro B1 che hanno coinvolto Istituzioni e comitati di quartiere. E mentre tutti i comitati del IV Municipio sono impegnati in una battaglia sul futuro dei loro quartieri, per preservarli dal cemento e da ulteriori speculazioni edilizie, il Comitato Valmelaina è impegnato a vigilare anche sulla attuale situazione di Val Melaina e vie limitrofe, dove chiude un cantiere e ne apre subito un altro. Solo da Gennaio 2011, infatti, nel giro di pochi isolati si sono moltiplicate le zone transennate per consentire lavori di vario tipo: l’allaccio del gas in via Monte Favino, dove fu incendiata la scavatrice; aperto poi nel mese di Febbraio il cantiere per la metro B1 che interessa via Isole Curzolane ed altre vie limitrofe. E poi ovviamente c’è il cantiere più “anziano” di via Scarpanto.

I lavori, in una prospettiva a lungo termine, sono indice di rinnovamento di un quartiere. Una signora pensionata di 80 anni pochi mesi fa dichiarava a Romatoday: “C’è da sopportare i camion, il rumore, la polvere.. ma la metro in questa zona porterà lavoro, porterà gente. Speriamo che sia pronta in tempo per permetterci di raggiungere i nipoti dall’altra parte di Roma”. Cosa accade, però, quando oltre alla mancanza di parcheggi e alla polvere e al rumore che arrivano dalle finestre, i cittadini devono sopportare anche una non motivata interruzione dei lavori, e il conseguente ritardo nella restituzione delle aree transennate alla cittadinanza?. È quanto sta accadendo in questi giorni nel cantiere Ater di via Monte Severo. Riportiamo di seguito una nota odierna del comitato Valmelaina a firma di Pietro Fusco, che conclude ironicamente: “Rinnoviamo l’invito al Sindaco Alemanno a voler venire a trovarci anche qui a Valmelaina, dove troverà sicuramente un inquilino di via Monte Severo ben disposto a farlo affacciare alla finestra”.

“Da circa una settimana il cantiere Ater di via Monte Severo, è misteriosamente fermo. I lavori sono iniziati circa un mese fa ed avrebbero dovuto riguardare il rifacimento delle fognature dell’intero tratto di strada compreso tra via Isole Curzolane e via Gran Paradiso. Naturalmente l’intera via è stata isolata, transennata e gli operai hanno proceduto alla rimozione dell’ asfalto e all’intervento sulla rete fognaria.
Tutto ciò ha causato un enorme disagio per i residenti, che, a parte il rumore dei mezzi e la polvere, hanno dovuto lottare con enormi difficoltà per uscire e rientrare nelle proprie abitazioni, visto  che i portoni si affacciano in un cortile interno raggiungibile solo a piedi e i lavori sono stati effettuati proprio nell’area antistante l’ingresso agli stabili. Ad un certo punto gli inquilini, esasperati, ci hanno raccontato persino di un operaio che ha insultato il marito di una signora disabile che si lamentava del fatto che l’unico ingresso possibile per un diversamente abile era stato chiuso; Ebbene, da circa una settimana gli operai non si vedono più, il cantiere è completamente bloccato e in stato di abbandono; addirittura sono stati lasciati incustoditi i mezzi di cantiere. I residenti, esasperati, hanno cominciato a lamentarsi ed a segnalarci il problema, qualcuno è andato direttamente all’ Ater e qualcuno ci ha detto di aver avuto delle spiegazioni che, se confermate, avrebbero del clamoroso. Anche noi del comitato ci siamo attivati: abbiamo inviato immediatamente la segnalazione all’U.R.P. ed abbiamo chiamato il Call Center dell’Ater, il quale ci ha detto che sono in attesa di aggiornamento sulla situazione del cantiere. La signora addetta al centralino ci ha chiesto di richiamare fra una settimana e sicuramente sarà in grado di darci qualche altra informazione.
Naturalmente, le voci che circolano sono tante, ma finché non riusciamo ad avere una risposta ufficiale ci limitiamo soltanto a dare voce al profondo sentimento di rabbia di tutti gli abitanti di un quartiere già profondamente piagato dai lavori per le varie stazioni della metropolitana e adesso si vedono aprire un cantiere proprio davanti alla porta di casa; cantiere che all’improvviso viene abbandonato dopo che gli operai hanno completamente distrutto il cortile interno. Quindi ora i cittadini di via Monte Severo, oltre al disagio del cantiere della stazione Metro di via Scarpanto, per uscire e rientrare in casa sono costretti ad attraversare il percorso sterrato del cantiere abbandonato ed una volta riusciti a rincasare, devono respirare la terra con cui gli operai hanno ricoperto l’intera strada. Senza contare che, per un disabile, se prima era difficoltoso, ora  è praticamente impossibile uscire di casa.
Rinnoviamo l’invito al Sindaco Alemanno a voler venire a trovarci anche qui a Valmelaina, dove troverà sicuramente un inquilino di via Monte Severo ben disposto a farlo affacciare alla finestra, come avvenuto recentemente in altre zone del IV Municipio, per poter godere della splendida visuale del cantiere e poter respirare del sano terriccio che tanto bene sta facendo agli inquilini del nostro quartiere”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I cantieri di Val Melaina: fermo quello dell'Ater a via Monte Severo

RomaToday è in caricamento