MontesacroToday

Mercato via Conti: 9 Maggio manifestazione al Comune

Ieri il primo incontro pubblico di residenti e commercianti di Val Melaina per discutere dello spostamento del mercato di via Conti: deciso il forte NO allo spostamento. A Maggio la protesta in Comune, per adesso continua la raccolta firme. Pubblichiamo la nota del comitato Val Melaina

Riportiamo di seguito la nota del Comitato di quartiere Val Melaina in seguito all'incontro che si è tenuto ieri in via Val Padana per discutere del previsto spostamento del mercato di via Conti.

“Non abbiamo intenzione di scendere a compromessi e non permetteremo che decisioni così importanti che riguardano il nostro territorio vengano prese senza ascoltare il nostro parere”.
Questo in sostanza è quanto è emerso durante l’assemblea del Comitato di Quartiere Valmelaina.
La riunione, in cui erano presenti: i commercianti del mercato e semplici cittadini, rappresentanti del Municipio, sia di maggioranza che di opposizione, presidenti dei comitati di quartiere ed inviati di alcuni organi di informazione che operano sul nostro territorio.
L’incontro si è aperto con la relazione iniziale del Presidente del Comitato Valmelaina, Arianna Marfoglia, seguito dall’intervento della sig.ra Franca Luzi, Presidente del mercato di Valmelaina, la quale ha mostrato un documento che attestava che Bonelli e la sua giunta erano al corrente dello spostamento del mercato già da tantissimo tempo al contrario di quanto egli stesso ha dichiarato proprio alla sig.ra Luzi; ed è proseguito con i vari interventi degli altri commercianti del mercato i quali hanno espresso tutti i loro timori e perplessità.
Altri discorsi molto costruttivi e significativi sono stati quelli dei rappresentanti dei vari comitati, in particolare Mimmo D’Orazio, Presidente del Comitato Serpentara che da tempo si batte contro il prolungamento della metro, ha ribadito il proprio no alla costruzione di nuove fermate che serviranno solo a fare un piacere ai costruttori che eventualmente finanzieranno il progetto e ad inondare il IV Municipio di altri due milioni di metri cubi di cemento.
Di seguito è intervenuto il Dr. Marcello Paolozza, Presidente della Rete Romana del Mutuo Soccorso, che ha sottolineato come le grandi capitali europee abbiano smesso di costruire metropolitane a causa degli enormi costi ed ha espresso con forza la volontà di non scendere a compromessi esortando la cittadinanza a prendere coscienza degli abusi di potere perpetrati dalla nostra classe politica ed a reagire di conseguenza, nell’ottica di una “partecipazione” seria da parte di tutti i cittadini.
Romano Amatiello, giornalista del periodico “La Quarta”, da tempo impegnato in una battaglia per il verde e contro il degrado, ha infine posto l’accento sulle dichiarazioni dell’Assessore Aurigemma criticando la volontà di ridurre il trasporto pubblico su gomma una volta che i vari percorsi della metro saranno completati.
Unico intervento inutile, quello del Consigliere  Emiliano Bono, membro della giunta Bonelli, eletto nelle fila del PDL, presidente della Commissione Scuola e Vice Presidente della Commissione Ambiente e Urbanistica, il quale, nonostante l’invito ai politici da parte degli organizzatori a non invadere spazi di dibattito riservati ai cittadini, ha chiesto ed ottenuto la parola con la condizione di rispondere poi alle domande dei presenti, ma dopo un tentativo comico e carnevalesco di difendere la Giunta Municipale, ottenendo solo l’indignazione da parte della platea, ha pensato bene di lasciare la sala evitando ogni confronto.
Questo dimostra come la Giunta Bonelli intende risolvere il problema dello spostamento del Mercato e del prolungamento della Metro B1, ossia mentendo, imponendo le proprie scelte e non fare neanche finta di ascoltare i cittadini.
Comunque, Emiliano Bono a parte, la serata ha raggiunto il suo scopo, ossia portare alla luce il problema dello spostamento del mercato, concertare sulla questione del prolungamento della Metro B1 e decidere quali azioni  intraprendere per sensibilizzare i residenti ed evitare in futuro che decisioni così importanti per il territorio vengano prese senza un processo partecipativo previsto dal “Regolamento di partecipazione dei cittadini alla trasformazione urbana” così come formalmente previsto dalla delibera del Consiglio Comunale n.57 del 02 marzo 2006.
Alla fine della serata il Comitato ha raccolto altre firme per evitare lo spostamento del mercato.
Prossimo appuntamento il 9 maggio in Comune con la manifestazione dei commercianti di via Giovanni Conti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento