menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto Facebook: Jorit

foto Facebook: Jorit

Valerio Verbano, a 41 anni dalla sua morte il Tufello inaugura il murale di Jorit

L'opera finanziata dal Municipio III e Regione Lazio è del noto street artist Jorit e si trova sulla facciata di una palazzina di via delle Isole Curzolane. Piazza Sempione: "Rinnoviamo spirito antifascista"

Il 22 febbraio sarà inaugurato il murale gigante di Valerio Verbano al Tufello. La data non è affatto casuale: è in quel giorno che ricorre infatti il 41esimo anniversario dalla morte del militante di Autonomia Operaia ucciso con un colpo d’arma da fuoco in un agguato nella sua casa di via Monte Bianco. Un delitto, rivendicato dai Nar (Nuclei Armati Rivoluzionari), ancora senza colpevoli: senza quelle verità e giustizia che la madre Carla ha inseguito fino al giorno della sua scomparsa, nel giugno 2012. 

Il murale di Jorit al Tufello in memoria di Valerio Verbano

A firmare l’imponente opera in memoria di Valerio Verbano è Jorit, il noto street artist napoletano, già autore dei murales di Maradona e del San Gennaro “operaio”. 
 
Il murale di via delle Isole Curzolane, finanziato dal Municipio III e dalla Regione Lazio, si trova sul muro adiacente a una scuola. “L’idea che mostra il senso di questa iniziativa - spiega l’assesore alla Cultura del Roma Montesacro, Christian Raimo - è che la memoria, non più intesa solo come memoria storica ma viva e presente all’interno del quartiere, diventi veicolo per rafforzare i legami di comunità. Inoltre, il murale deve essere inquadrato a suggello della serie di iniziative (la manifestazione e il concerto) che l’anno scorso, nel 40ennale della morte di Valerio e prima della pandemia, hanno portato in piazza circa trentamila persone. Il ritratto sarebbe dovuto essere realizzato già durante la primavera scorsa ma il lockdown e il Covid hanno imposto un necessario slittamento dei tempi. Ora, finalmente, il murale concluso può diventare un simbolo per tutto il quartiere”.

Il murale di Valerio Verbano: "Così rinnoviamo spitito antifascista"

“Il volto di Valerio impresso su uno dei muri del municipio porta la sua presenza nella quotidianità e nella vita di ogni giorno. È un monito fortemente antifascista. A ben pensarci, non c’è nulla di più naturale di un volto che con la sua intensità si offre a uno sguardo collettivo, rimandando a un sentire comune. Perché la memoria è una trama di vicende, non un solo tempo lineare, che si misura anche nella collettività, nell’appartenenza a dei valori e nella condivisione. Le strisce sui visi di Jorit, in particolare su quello di Verbano, a questo rimandano: all’unità” - ha aggiunto Giovanni Caudo, presidente del III Municipio. 

Nel corso dell’inaugurazione, sono previsti interventi per ricordare Valerio Verbano e la sua storia. “Per rinnovare - dicono da Piazza Sempione - una volta di più il senso dell’antifascismo”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona arancione più vicina per Roma e il Lazio. D'Amato: "Curva in ascesa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento