Tufello Bufalotta / Piazzale Ennio Flaiano

Vigne Nuove: il "Delle Vittorie" passerà all'Ama. Pd: "E' uno scippo al territorio"

Aperto ieri il tavolo di partecipazione per decidere la sorte del centro sportivo. Dal Comune l'annuncio che la struttura potrebbe passare all'Ama, ma gli attivisti non sono d'accordo

Si è aperto ieri il tavolo di partecipazione per decidere la sorte del centro sportivo “Delle Vittorie”, occupato simbolicamente lo scorso 12 Novembre da alcuni attivisti. E proprio ieri, però, è arrivato il colpo di scena: la struttura passerà all’Ama. Forti le perplessità, il Pd frena e chiede spiegazioni.

È stato proprio il Comune a darne notizia, a margine dell’incontro  che si è tenuto ieri in IV Municipio fra le Istituzioni e gli attivisti. “Alla fine dell'incontro che si è tenuto presso la sala del consiglio del IV municipio, registriamo come un successo delle nostre mobilitazioni, l'impegno a proseguire il processo di confronto e partecipazione da parte del presidente del IV Municipio Cristiano Bonelli, del delegato allo sport del Comune di Roma Alessandro Cochi e della segreteria del Sindaco Alemanno, in merito al centro sportivo comunale "Delle Vittorie" a Vigne Nuove. Il centro sportivo è abbandonato da più di un anno e oggi il Comune di Roma ci ha annunciato la volontà di consegnarlo al Cral dell'AMA, unico ente pubblico che ha dato disponibilità a sanare il debito lasciato dalla precedente gestione. Crediamo sia un evidente anomalia che per ripagare un debito di milioni di euro il Comune di Roma chiami in soccorso un'azienda municipalizzata che in questi anni è salita agli onori della cronaca esclusivamente per scandali, malaffare e mala gestione, con i propri bilanci in rosso”, fa sapere il comitato “Delle Vittorie”.
”Vogliamo vigilare affinché la struttura garantisca l'accesso alla pratica sportiva dei cittadini del territorio e che la riassegnazione degli impianti non sia una nuova occasione di favoritismi a filiere legate al governo della Capitale, creando un processo di partecipazione che veda coinvolti istituzioni, cittadini, associazioni sportive di base e impegnate nelle strutture pubbliche, comitati di quartiere: è questo l'unico modo per valorizzare come "bene comune" l'impianto sportivo di piazzale Ennio Flaiano, facendolo tornare al servizio del quartiere”, è quanto dichiarano poi gli attivisti.

Sulla questione è poi intervenuto anche il Pd locale e capitolino, che chiede spiegazioni. "Siamo fermamente contrari a una ipotesi che sarebbe un vero e proprio scippo al territorio”. A dichiararlo, il consigliere provinciale Marco Palumbo, il Capogruppo in IV Municipio Paolo Marchionne, e il segretario municipale Vittorio Pietrosante. “Peraltro, con l'assegnazione ad un CRAL oggetto di inchiesta da parte della Corte dei Conti. Resta forte il sospetto che le condizioni imposte nel bando abbiano predeterminato il suo esito negativo, aprendo la strada all'assegnazione diretta a qualcuno di gradimento dell'amministrazione. L'impianto deve essere restituito al territorio. Per questo, attiveremo immediatamente le Commissioni Trasparenza del Comune e del IV Municipio per verificare lo stato degli atti",hanno poi concluso i consiglieri .

Nel frattempo è stata fissata per il prossimo Mercoledì alle 17,00 una nuova riunione del Comitato Polisportiva Vigne Nuove Bene Comune presso il locali del Comitato di Quartiere di Vigne Nuove.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigne Nuove: il "Delle Vittorie" passerà all'Ama. Pd: "E' uno scippo al territorio"

RomaToday è in caricamento