Domenica, 26 Settembre 2021
Montesacro Fidene / Via Radicofani

"TMB aperto e Ponte Fidene chiuso: fallimenti senza giustificazione"

Duro attacco del consigliere di centrodestra in Municipio III, Cristiano Bonelli, alla Giunta Marchionne: "Elettori si ricorderanno di incapacità e impreparazione"

Il TMB Ama di via Salaria e il ponte di collegamento tra Villa Spada e Fidene: sono questi i due grandi temi che infiammano la campagna elettorale del Municipio III. 

"Rispetto agli impegni istituzionali di queste ultime settimane di consiliatura vorremmo contribuire a togliere dalla campagna elettorale alcuni elementi recessivi, ossia tematiche che appartengono già al nostro passato: fra tutte il ponte di Fidene e il TMB di via Salaria nel quale siamo vicini al trattamento zero" - aveva detto il Presidente del Montesacro, Paolo Marchionne, presentando il bilancio dei suoi tre anni di governo. 

Ma il ponte tra Fidene e Villa Spada, atteso da decenni e la cui consegna era prevista prima ad ottobre e poi per i primi giorni del 2016, è ancora chiuso. Aperto invece il TMB Ama Salaria il cui smantellamento era stato annunciato entro il 31 dicembre 2015. 
 
Due obiettivi, arduo soprattutto quello dell'impianto di via Salaria 981, che dunque con il mandato agli sgoccioli ancora non sono stati raggiunti.

"Ad un mese dalla tornata elettorale nel silenzio totale, la Giunta Marchionne pensa alla propria campagna elettorale evitando di parlare di ciò, che è risultato agli occhi di tutti, un vero fallimento e considerato l'infinito elenco delle cose promesse ma mai mantenute,in assoluto sono due quelle che non possono essere perdonate al PD municipale: il TMB Ama Salario ancora aperto  e il ponte di Fidene, ancora chiuso" - ha scritto in una nota Cristiano Bonelli, ex minisindaco e probabilmente nuovamente candidato al vertice di Piazza Sempione. 

TMB AMA SALARIA - "Le rassicurazioni, i proclami ed i comunicati stampa non sono bastati  a chiudere come promesso l'impianto di via Salaria entro il 31 dicembre 2015" - ha proseguito Bonelli sottolineando come ancora oggi i residenti dei quartieri limitrofi siano costretti a convivere con i miasmi insopportabili che provengono dalla struttura. 

PONTE FIENE VILLA SPADA - Ancor più nota la vicenda del ponte tra Fidene e Villa Spada: bloccato prima dalla mancanza dell'illuminazione pubblica e ad oggi, dopo le ultime prove di carico, ancora una chimera

"Il Municipio dimostra la sua debolezza nei confronti degli uffici centrali del Comune e l'unica cosa che rimane aperta non è il ponte ma bensì i progetti sulla viabilità che ancora non hanno ricevuto tutte le dovute autorizzazioni a causa della incapacità e della impreparazione della Giunta Marchionne" - sostiene Bonelli che accusa il PD locale di occuparsi principalmente "di cose secondarie, marginali e facili da cavalcare in campagna elettorale". 

"In tanti però - conclude Bonelli -  si domandano come sia possibile raggiungere una quantità cosi cospicua di fallimenti in appena tre anni pur avendo il PD al governo ovunque, dal municipio passando dalla ex Provincia e la Regione per arrivare al Governo nazionale . Sono davvero poche le giustificazioni che Marchionne potrà dare ai suoi elettori delusi da tanti fallimenti". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"TMB aperto e Ponte Fidene chiuso: fallimenti senza giustificazione"

RomaToday è in caricamento