Domenica, 19 Settembre 2021
Montesacro Montesacro / Piazza Sempione, 15

Gli scatoloni invadono Piazza Sempione, raccolta sospesa: "Grazie a comunità unita"

Centinaia le donazioni dei cittadini del Municipio III in favore dei terremotati: stop temporaneo al reperimento di beni di prima necessità. La Presidente Capoccioni: "Grazie a volontari e cittadinanza composta e massiccia"

foto: Presidente Roberta Capoccioni

E' grande la solidarietà dei cittadini del Municipio III che ieri hanno preso letteralmente d'assalto la sede di Piazza Sempione adibita - insieme alla chiesa di Settebagni, ai circoli PD e al Caf Lumiere - a punto di raccolta per i beni di prima necessità da destinare alle famiglie dei territori del Centro Italia colpiti dal devastante sisma.

Tanti coloro che si sono recati nel palazzo istituzionale per dare il proprio contributo, numerosi i volontari che si sono offerti di scaricare, sistemare e catalogare quanto generosamente arrivato dal territorio. Un cuore grande quello degli abitanti del Terzo con la sede del Municipio invasa di scatoloni e buste: montagne di prodotti ai lati dei corridoi, nelle aule delle Commissioni e in Sala Consiglio.

Una generosità, quella dei romani tutti, forte ed esemplare: ieri sera infatti la Protezione Civile ha chiesto ai Municipi di sospendere temporaneamente la raccolta dei beni di prima necessità, arrivati a iosa nei punti a disposizione. 

A commentare il successo dell'iniziativa la minisindaca del Montesacro, Roberta Capoccioni, referente della raccolta del Municipio III: "La raccolta è stata soprattutto questo: una comunità di persone che ha lavorato insieme per un unico obiettivo: raccogliere, catalogare, imballare nella maniera più razionale possibile tutti i beni di prima necessità diretti alle popolazioni colpite dal terremoto" - ha scritto la numero uno di Piazza Sempione ringraziando tutti i volontari per l'enorme lavoro svolto e la cittadinanza per la composta e massiccia adesione.

Raccolta dei beni di prima necessità dunque sospesa: "Se comunque avete acquistato: cibi per celiaci, medicinale da banco, ciabattine da doccia, maglieria Intima, latte in polvere, continueremo a raccoglierli fino alla presa in carico da parte della Protezione Civile" - ha specificato la minisindaca invitando che ancora non avesse comperato nulla a non portare altri beni in Municipio. 

Per eventuali ulteriori donazioni a disposizione il conto corrente di Roma Capitale (IBAN IT 94 F 02008 05117 000104430239) con causale "Roma adotta Amatrice".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli scatoloni invadono Piazza Sempione, raccolta sospesa: "Grazie a comunità unita"

RomaToday è in caricamento