Talenti Talenti / Via Renato Fucini

Quintali di terra scaricati nel Parco Talenti: la denuncia di cittadini e associazioni

Un via vai continuo di camion che scaricano la terra proveniente dai cantieri nel Parco Talenti: a segnalarlo i blog delle associazioni e dei comitati

foto da organizzazionealfa.it

Cittadini del quartiere Talenti preoccupati per la sorte di uno dei più importanti parchi del IV Municipio. La preoccupazione si è diffusa in questi giorni, da quando sono riprese le “attività di smaltimento”, chiamiamole così, nello sfortunato Parco Talenti.
Diversi camion hanno infatti scaricato nel parco, in corrispondenza di via Casal Boccone, grandi quantità di terra proveniente dai vicini cantieri. Un’attività che, purtroppo, non è affatto nuova nella zona: chi conosce da sempre il parco ha assistito, in questi ultimi anni, ad un vero e proprio cambiamento morfologico di una parte dell’area verde, in cui il livello del terreno è stato completamente alterato dai quintali di terra sparsi sul territorio.
Uno scempio che comitati e associazioni ambientaliste denunciano da tempo. E proprio in questi giorni l’associazione Organizzazione Alfa e Tg Roma Talenti hanno diffuso materiale fotografico e video che testimoniano questa attività.
Quali sono i rischi per la flora e la fauna del parco che una tale pratica può comportare?  Dove sono, se ci sono, le autorizzazioni che consentono questa attività?
Le segnalazioni arrivano in questi giorni anche da singoli cittadini come per esempio la signora Viviana, che ci scrive:

“Passeggiavo l'altro giorno in prossimità di viale Mancia costeggiando l'area cani del parco e sono stata colpita dal roboante rumore di camion in corsa che poco più lontano attraversavano indisturbati il parco scendendo dal cantiere di via Ezra Pound di Rinascimento Terzo in direzione della zona di parco che confina con via di Casal Boccone poco dopo il vivaio. Un via vai continuo, incessante e il rumore dello scarico dei materiali assordante che mi hanno fatto riflettere per l'ennesima volta sul fatto che, invece di essere restituito ai cittadini, il Parco Talenti continua ad essere usato come area di cantiere.
Ho seguito un po' con l'occhio i movimenti dei camion ed ho percorso il perimetro fino ad arrivare all'altezza di Via Casal Boccone dove lo scenario che mi si proponeva era devastante. Quintali di terra mista a sassi ammucchiati tra il campo da golf e il vivaio. La morfologia del parco evidentemente modificata senza scrupolo e senza un perché!
Ma soprattutto perché nessuno dice nulla? Gli operai si muovono in pieno giorno ed il massacro è sotto gli occhi di tutti. Bonelli e la sua giunta, il supervisore Clavenzani non possono non vedere, basta costeggiare Casal Boccone per rendersi conto di quanto stia accadendo. C'è tanta attività nel Parco Talenti ma niente di volto alla sua riqualifica, solo un utilizzo improprio del suo naturale territorio.
E' normale secondo i nostri amministratori che il nostro parco sia così maltrattato? E' normale che chi va a passeggiare per trovare un attimo di ristoro debba essere assalito da rumori di camion che scaricano nel parco? E' questo il Parco Talenti che Bonelli e Clavenzani hanno promesso di riconsegnare ai cittadini? Aspettiamo una risposta e ci domandiamo perché tante energie non possano essere invece spese per riqualificare il parco”.

Quel che è certo è che, dopo i metri cubi di cemento arrivati nel quartiere, Talenti non può essere schiacciata anche da metri cubi di terra che rischiano di soffocare il parco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quintali di terra scaricati nel Parco Talenti: la denuncia di cittadini e associazioni

RomaToday è in caricamento