MontesacroToday

Metro B1, Aurigemma: "Pensiamo di ampliare il deposito a Casal Monastero"

Ufficiale la cancellazione del deposito sulla collina. L'assessore Aurigemma fa sapere: "Pensiamo di ampliare il deposito a Casal Monastero. Riceveremo tutti i comitati che ne facciano richiesta, per registrare tutte le problematiche legate al progetto e trovare delle soluzioni concrete"

Ufficializzata ieri mattina presso gli uffici di Roma metropolitane la cancellazione del deposito per i treni previsto nel progetto del prolungamento della metro B1. L’assessore capitolino alla Mobilità, Antonello Aurigemma, fa sapere: “Pensiamo di ampliare il deposito a Casal Monastero per compensare la cancellazione di questo deposito. Questa decisione non è un caso isolato: riceveremo tutti i comitati che ne facciano richiesta, per registrare tutte le problematiche legate al progetto e trovare delle soluzioni concrete”.

“Oggi 28 giugno alle ore 11 presso gli uffici direzionali di Roma metropolitane il vice presidente vicario del consiglio municipale del IV municipio Dott. Walter Scognamiglio come da suo impegno porta alcuni rappresentanti del comitato e del direttivo Antamoro dall’assessore alla mobilita del comune di Roma Antonello Aurigemma a partecipare ad una riunione straordinaria con la partecipazione di alcuni alti dirigenti di Roma metropolitane. L’assessore del Comune di Roma Antonello Aurigemma dichiara nella riunione e garantisce dopo una sua attenta analisi e sopralluogo sulla zona che il deposito non si farà piu’ sulla collina Antamoro ma verrà costruito in un’altra zona più idonea . I dirigenti di Roma metropolitana dichiarano di individuare immediatamente un’altra zona. L’assessore Aurigemma e il dirigente di Roma metropolitana spiegano ai presenti l’importanza del dialogo costruttivo per risolvere le criticità con tutti i comitati e la forte utilità che porterebbe la realizzazione di una metropolitana efficiente rispettando principalmente l’ambiente, aumentando sicuramente la nostra qualità di vita. Invitano tutti i comitati ad avere da ora in poi un dialogo più aperto e costruttivo, e a fare dei tavoli di lavoro sistematici direttamente con le istituzioni e Roma metropolitane per risolvere direttamente e insieme i problemi su ogni zona interessata . Affinché, ribadisce Aurigemma, tutti insieme troviamo in tempi brevi tutte le giuste soluzioni”, è quanto si legge in una nota di ieri del consigliere Walter Scognamiglio, che conclude: “Ancora una volta abbiamo preso a cuore la volontà di centinaia di persone di un comitato del IV Municipio. Dopo 3 anni di mandato, questa è la testimonianza di una sempre più politica dei fatti, ben lontana da interessi personali”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’incontro cordiale, aperto”, dichiara Cotugno Valentino del direttivo antamoro , “è stato molto gradito e costruttivo, ringrazia apertamente per la soluzione immediata l’assessore del comune di Roma Aurigemma, Walter Scognamiglio e il sindaco di Roma Alemanno per il loro forte interessamento sempre molto vicini ai problemi dei cittadini e al IV municipio per la cancellazione immediata del deposito su Antamoro. Sicuramente questo incontro porterà ad un nuovo dialogo diretto con i comitati di quartiere e le istituzioni e Roma metropolitane, affinchè ci siano le giuste sinergie e la giusta informazione tra comitati di quartiere e gli addetti ai lavori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • Sciopero generale il 23 ottobre: a Roma metro e bus a rischio. Orari e fasce di garanzia

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento