Martedì, 18 Maggio 2021
Talenti Talenti / Via Luigi Capuana, 10

Chiusa l'edicola di Talenti, la rabbia del titolare: "Sospeso per aver occupato 30 centimetri in più"

Il rammarico di Claudio, edicolante di Talenti che dovrà rimanere chiuso tre giorni: “Ho solo spostato espositore fuori per permettere distanziamento”. Sit-in dell'Usiagi: "In periodo di crisi non si può vanificare un mese di lavoro così"

Un espositore metallico spostato fuori per consentire un maggior distanziamento all’interno dell’attività: ma la mancata autorizzazione all’occupazione di suolo pubblico, “30x40cm” - dice il titolare, è costata la sanzione amministrativa. Per l’edicola di Talenti tre giorni di sospensione. Chiusura e mancati profitti, in un periodo in cui la crisi morde anche gli edicolanti già alle prese con un mercato in sofferenza

Chiusa l'edicola di Talenti: "Tre giorni di sospensione per aver occupato 30cm"

“In 18 anni di questo lavoro non ho mai chiuso, se non per ferie e altri rari casi, sono venuto ad alzare questa serranda ogni giorno, dal lunedì alla domenica, dalle 6 del mattino per abbassarla la sera, sono venuto con gelo, pioggia, neve e caldo estivo, sono venuto con la febbre della vecchia influenza, con dolori di ogni tipo e con tutte quelle situazioni che ognuno di noi vive nella sua vita e che mentalmente ti provano a livello psicologico” - ha scritto in un post su Facebook Claudio Gardini, titolare dell’edicola di via Capuana. “La mia colpa - scrive l’edicolante - è di aver occupato trenta centimetri di suolo pubblico per permettere un distanziamento all'interno dell'edicola in ottemperanza dei dpcm che tutti conosciamo. In momenti di una crisi economica mai così forte, incertezza del futuro lavorativo delle piccole medie imprese e la ben nota (solo a parole) essenzialità della ‘libera informazione’ durante la crisi epidemiologica, vengo fermato a svolgere la mia attività”. Il rammarico è tanto. 

L'Usiagi: "Tre giorni vanificano un mese di lavoro"

Immediata la solidarietà dell’Usiagi, il sindacato dei giornalai che per questa mattina ha organizzato un sit in proprio davanti all’edicola di Claudio. “Quel che è successo è difficile da credere. Nel solo Municipio III - si legge nella nota - sono oltre 200 le attività commerciali che hanno riconsegnato le licenze, una crisi del commercio di prossimità che non ha precedenti. E mentre il Governo prova a mettere mano ai ristori e agli incentivi, anche per le edicole, gli uffici del Municipio III ritengono urgente ed opportuno far chiudere un’edicola, aperta persino durante il lockdown perchè dichiarata servizio ‘essenziale’ dallo Stato”. L’edicola di via Capuana dovrà rimanere chiusa da oggi a giovedì 22 aprile, “tre giorni che vanificano il lavoro di un intero mese”. 

E sulle serrande abbassate sono comparsi i cartelli: "Chiuso per burocrazia"; "Essenziali quando vi pare". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusa l'edicola di Talenti, la rabbia del titolare: "Sospeso per aver occupato 30 centimetri in più"

RomaToday è in caricamento