rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Montesacro Serpentara / Via Gaetano Zirardini

Scuola Chiovini, mamme e papà diventano operai: ristrutturate le aule

Sabato scorso appuntamento per le famiglie della Scuola di Serpentara, ridipinti gli ambienti scolastici. Il Municipio: "Programmeremo interventi, basta emergenza"

Sabato di fatica per i genitori della scuola Ernesto Chiovini di Serpentara: mamme, papà e addirittura qualche nonno hanno indossato tute da lavoro e si sono armati di vernice e pennelli per restituire un po’ di decoro e vivibilità alle aule dove i propri figli trascorrono gran parte delle giornate.


Un’iniziativa che fa seguito a quella dell’aprile scorso durante la quale ad essere risistemato fu il cortile dell’istituto: in quell’occasione furono tagliati i cespugli e risistemate le staccionate; sabato scorso è toccato agli interni dell’edificio rimessi a nuovo dagli imbianchini tanto improvvisati quanto volenterosi.


Ogni famiglia si è autotassata di 3 euro per consentire l’acquisto dei materiali necessari alla ristrutturazione e così tappati i buchi, nascoste le crepe e rinvigoriti i colori delle aule, gli alunni di via Zirardini al rientro tra i banchi di scuola troveranno un ambiente rinnovato e sicuramente più salubre.

Scuola Chiovini, mamme e papà operai per un giorno


“Dopo il successo della prima iniziativa abbiamo interpellato la Dirigente Scolastica facendo presente le nostre volontà, abbiamo sentito il Municipio che si è reso disponibile a fornirci le autorizzazioni per effettuare questi piccoli lavori di manutenzione. Così – ha spiegato Luca De Dona, presidente del Consiglio di Istituto - abbiamo deciso di rendere più vivibile l’ambiente dei nostri figli.

Questo è solo un primo intervento, abbiamo parlato con le istituzioni che stanno prevedendo interventi strutturali: siamo consci delle difficoltà economiche del periodo, ecco perché ci siamo impegnati a mettere in opera questi interventi che seppur superficiali sono allo stesso tempo estremamente importanti”.


Impegnato insieme ai genitori e ai volontari intervenuti anche l’Assessore municipale alla Scuola, Pierluigi Sernaglia: il Municipio sta pensando di stilare un protocollo per incoraggiare e supportare questo tipo di iniziative nelle scuole, analoghe richieste sono infatti arrivate dalla Fucini e da altri istituti del Roma Montesacro.


“Vorremmo regolare queste iniziative con un protocollo che possa mettere in condizione i genitori di avere un supporto da parte del Municipio, è necessario infatti invertire la rotta: non più inseguire l’emergenza ma programmare” – ha detto Sernaglia nel corso della ristrutturazione assicurando anche che a breve Piazza Sempione darà  seguito a una delibera della scorsa amministrazione passando la diretta amministrazione dei fondi ai dirigente scolastici.


“Ciò – ha spiegato - accorcerà la filiera e dunque per gli interventi di piccola manutenzione sarà direttamente responsabile il dirigente scolastico”.


Intanto in attesa che maggiori risorse vengano destinate alla Scuola e alla messa a punto degli edifici troppo spesso fatiscenti e poco accoglienti, i genitori della Scuola Chiovini si sono rimboccati le maniche per sopperire ad una mancanza che ormai da tempo è divenuta cronica: un’azione di impegno civile da cui probabilmente prenderanno spunto altre realtà scolastiche perché dove non arrivano le istituzioni possano arrivare le famiglie.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola Chiovini, mamme e papà diventano operai: ristrutturate le aule

RomaToday è in caricamento