menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Piazza Sempione - Foto instagram @vincelspina

Piazza Sempione - Foto instagram @vincelspina

Piazza Sempione, con il restyling diventa pedonale: ma sul progetto è rivolta

Due aree pedonali pavimentate, via il parcheggio davanti alla sede istituzionale: anche la statua della Madonna cambia collocazione. I dubbi del Comitato di Quartiere: "Aprirà le porte a movida incontrollata"

Piazza Sempione verso il restyling. Nel cuore di Montesacro ferve il dibattito sul progetto che dovrebbe cambiare volto alla piazza simbolo del quartiere: quella progettata negli anni ‘20 dall’architetto Gustavo Giovannoni per essere posta al centro della “città giardino”. Tra le sue particolarità la forma perfettamente regolare e la presenza di una chiesa e del Palazzo Pubblico di Innocenzo Sabbatini, oggi sede istituzionale del Municipio III. 

Il restyling di Piazza Sempione

Il progetto di restyling di Piazza Sempione, curato dallo Studio Bradaschia, prevede marciapiedi più larghi e una grande area pedonale pavimentata a lastre davanti al palazzo del Roma Montesacro: via dunque il parcheggio, al suo posto uno spazio pubblico adatto all'organizzazione di eventi istituzionali e culturali. Al lato marciapiedi più larghi. Anche intorno alla chiesa è prevista un’area pavimentata: è li che verrà spostata la statua della Madonna che attualmente si trova in un’isola di traffico al centro delle carreggiate. Il riposizionamemnto, di fronte alla scalinata della Chiesa, in asse con la facciata, così spiega l’architetto Maurizio Bradaschia, servirà a “valorizzarla”. 

Il progetto di riqualificazione di Piazza Sempione

Ai lati della nuova piazza Sempione pedonalizzata restano i passaggi carrabili verso via Monte Tesoro e via Titano. A lato del passaggio carrabile per via Monte Tesoro si sviluppa una fila di parcheggi, con un posto auto per persone con disabilità, per un totale di 11 posti auto. Viene conservata l’attuale corsia di sosta dei taxi separata da un’isola di traffico che funge anche da fermata del trasporto pubblico. Una serie di sedute in pietra funge da separazione tra la zona centrale della piazza e la zona dei taxi. Lungo via Monte Subasio e Corso Sempione viene prevista una corsia preferenziale per bus e Taxi. Altri posti auto sono previsti nella porzione di Corso Sempione interessata dall’intervento. “Le alberature esistenti vengono conservate” - è scritto nero su bianco nel progetto. Costo complessivo dell’operazione circa 700mila euro. 

I dubbi di Montesacro sul restyling di Piazza Sempione

Ma sul restyling di Piazza Sempione, che i cittadini e gli stessi consiglieri di Montesacro hanno inizialmente appreso dai giornali, si leva più di qualche malumore. A preoccupare i residenti di Città Giardino una pedonalizzazione che potrebbe portare all’aumento del fenomeno della movida, da quelle parti già tema di scontro. “La piazza diverrà un bel salotto ad uso della mala-movida, fenomeno incontrollato che ha stravolto molte delle nostre strade con disturbo notturno costante alla quiete pubblica” - ha scritto il Comitato di Quartiere. “Prevedibile poi che i privati vedranno sulla nuova piazza una nuova opportunità di occupazione del suolo, facilitata dalle recenti delibere comunali. Così la piazza pubblica diverrà luogo di profitto per alcuni privati e il quartiere subirà la definitiva trasformazione in un altro Pigneto o San Lorenzo”.

Preoccupa poi la diminuzione dei parcheggi e la perdita “di netto di una corsia di traffico privato”. Anche lo spostamento della Madonna dalla sua attuale collocazione non soddisfa parte degli abitanti della zona: “Appare assai inopportuna quantomeno, la scelta dello spostamento previsto della statua della Madonna, al centro della piazza dal 1948, simbolo non solo religioso ma anche affettivo e di riferimento del quartiere”.

Sul restyling di Piazza Sempione, dopo la prima commissione, il confronto con il territorio è aperto: “Diamo disponibilità ad un dialogo proficuo volto a modificare alcuni degli aspetti del progetto, nel rispetto dei caratteri identitari dei luoghi e della loro funzionalità rispetto al contesto” - ha annunciato il CdQ Città Giardino

Una petizione per "sospendere immediatamente" le procedure

Le opposizioni però sono sul piede di guerra. “Pensiamo che governare un territorio non sia ‘fare di testa mia’, che la partecipazione sia condizione necessaria per una buona amministrazione. Crediamo che per impegnare 700.000€ di risorse pubbliche in questo periodo sia necessario un confronto con coloro che i cittadini hanno votato come loro rappresentanti. Per questo di fronte ad un progetto che riguarda uno dei luoghi simbolo del terzo municipio è necessaria la più ampia condivisione, perché i presidenti passano ma la città rimane” - ha scritto il consigliere di Forza Italia, Riccardo Evangelista, che con Giordana Petrella di Fratelli d’Italia ha presentato una mozione per avviare i processi partecipativi con la cittadinanza.

Intanto la Lega ha avviato una petizione per chiedere la “sospensione immediata” delle procedure per l’avvio dei lavori di riqualificazione: “Serve tempo per ottenere informazioni dettagliate su progetti, proiezioni e costi”. 

Piazza Sempione - Foto instagram @vincelspina

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento