menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Restyling Piazza Sempione, parrocchia in protesta: “La statua della Madonna non si tocca”

Dalla chiesa Santi Angeli Custodi la petizione contro lo spostamento della statua della Madonna previsto dal progetto di pedonalizzazione della piazza di Montesacro: il Municipio III avvia confronto con i cittadini

“Con la tua firma sostieni la protesta”. Così è scritto nella prima pagina del notiziario parrocchiale della Santi Angeli Custodi, la parrocchia di piazza Sempione. Don Mario si schiera contro il progetto di pedonalizzazione voluto dal presidente del Roma Montesacro, Giovanni Caudo. 

Piazza Sempione: la parrocchia contro lo spostamento della Madonna

Nel restyling curato dallo studio di architettura Bradaschia viene eliminato il parcheggio davanti a Palazzo Pubblico, sede del Municipio III, in favore di un’area pedonale pavimentata a lastre. Al lato marciapiedi più larghi. Anche intorno alla chiesa è prevista un’area pavimentata: è li che verrà spostata la statua della Madonna che attualmente si trova in un’isola di traffico al centro delle carreggiate. Il riposizionamento, di fronte alla scalinata della Chiesa, in asse con la facciata, così spiega l’architetto Maurizio Bradaschia, servirà a “valorizzarla”.

Piazza Sempione, con il restyling diventa pedonale: ma sul progetto è rivolta 

La statua della Madonna di piazza Sempione “deve rimanere al suo posto”

Ma la comunità parrocchiale e parte del quartiere sono in rivolta. “Appare assai inopportuna quantomeno, la scelta dello spostamento previsto della statua della Madonna, al centro della piazza dal 1948, simbolo non solo religioso ma anche affettivo e di riferimento del quartiere” - aveva scritto il CdQ Città Giardino elencando i punti critici del progetto di pedonalizzazione di Piazza Sempione. Primo fra tutti il timore che la vocazione pedonale della piazza possa far proliferare “la mala movida”. 

“Gli abitanti di Montesacro Città Giardino protestano per la trasformazione di piazza Sempione. Stanziati 700mila euro senza ascoltare la cittadinanza, mentre il popolo piange miseria in questo tempo di pandemia” - si legge sul giornale dei fedeli. La petizione è stata lanciata. “La statua della Madonna deve rimanere al suo posto” - dicono dalla Santi Angeli Custodi. A preoccupare anche la perdita dei posti auto nonostante alcuni nuovi parcheggi siano previsti su Corso Sempione e nel passaggio carrabile di via Monte Tesoro. 

Il confronto con il territorio: progetto online e assemblee

Sul restyling di Piazza Sempione il dibattito è dunque aperto. Il parlamentino di Montesacro ha approvato una mozione che impegna l'assessore ai Lavori Pubblici, Francesco Pieroni, a promuovere e facilitare percorsi di partecipazione dei cittadini, mettendo a disposizione di tutti, anche tramite il sito web del municipio, gli atti utili alla piena comprensione del progetto, continuando a promuovere incontri pubblici generali e tematici al fine di valutare, congiuntamente alle commissioni competenti, proposte di miglioramento del progetto. “Abbiamo accolto anche un emendamento dei 5 stelle che implementa il dispositivo finale della mozione. Ringraziamo i partiti di maggioranza del Pd, Leu, Lista Civica e Centro Solidale che hanno votato convintamente la mozione, coerentemente agli impegni presi con i cittadini del nostro territorio" - hanno commentato Yuri Bugli, Simona Sortino, Filippo Maria Laguzzi del Pd e Matteo Pietrosante di Leu.

Piantine e pareri relativi al progetto di pedonalizzaizone di Piazza Sempione sono già online. “Nei prossimi giorni - ha assicurato Pieroni - comunicherò il calendario degli incontri e le modalità con le quali potranno avvenire, nel rispetto dei limiti imposti dalle restrizioni vigenti dovute alla pandemia in atto”. 

"Piazza Sempione pedonale in sei mesi": sul progetto di Caudo è scontro 

Piazza Sempione pedonale: a Montesacro dibattito aperto

"Il progetto di riqualificazione di Piazza Sempione è una grande opportunità per il III Municipio di Roma, ma e' assolutamente necessario che l'Istituzione municipale ricerchi e trovi il massimo consenso possibile per portarlo avanti” - ha commentato Riccardo Corbucci, coordinatore della segreteria del Partito Democratico di Roma. 

“In questi giorni stanno emergendo diverse criticità: l'assenza di un percorso ciclabile, la necessità di uno studio sui flussi del traffico, l'esiguità delle alberature, la perdita di parcheggi e lo spostamento senza accordo della storica statua della Madonna della Misericordia, che rischia di trasformarsi in una questione ideologica. Per questa ragione sono convinto che il Municipio debba continuare a portare avanti un serio percorso partecipativo nelle commissioni consiliari e in consiglio municipale per ascoltare i cittadini, senza sminuire i pareri dei comitati di quartiere. Sono convinto che ci sia ancora tempo per confrontarsi con i cittadini e i dipartimenti comunali competenti, così da accogliere, ove possibile, i suggerimenti che provengono dai residenti. Ho sempre pensato che realizzare una qualsiasi opera, anche la più bella, - ha concluso il Dem - non sia mai una buona idea se non si ottiene anche il consenso dei cittadini". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona arancione più vicina per Roma e il Lazio. D'Amato: "Curva in ascesa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento