menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto: Matteo Zocchi

Foto: Matteo Zocchi

Piazza Sempione, blitz degli estremisti cattolici: “Giù le mani dalla statua della Madonna”

Nella notte affisso lo striscione di Militia Christi contro lo spostamento della statua previsto dal progetto di pedonalizzazione: messaggio rimosso da assessore e consiglieri di centrosinistra

“Giù le mani dalla statua” - è questo lo striscione firmato da Militia Christi comparso sulla recinzione della Madonna della Misericordia a Piazza Sempione. Nella disputa sul restyling della piazza simbolo di Montesacro intervengono dunque anche gli estremisti cattolici.

Piazza Sempione: sulla statua della Madonna lo striscione di Militia Christi

Lo spostamento della statua della Madonna, dall’isola di traffico al centro delle carreggiate in cui si trova attualmente all’area pedonale che verrà realizzata davanti alla chiesa, è uno dei punti di scontro con parte dei residenti del quartiere e con la parrocchia Santi Angeli Custodi. Nei giorni scorsi dal giornale dei fedeli è stata lanciata la petizione contro lo spostamento del “simbolo” e contro il progetto di pedonalizzazione voluto dal presidente del Municipio III, Giovanni Caudo. 

Il restyling di piazza Sempione accende il dibattito di Montesacro

“Gli abitanti di Montesacro Città Giardino protestano per la trasformazione di piazza Sempione. Stanziati 700mila euro senza ascoltare la cittadinanza, mentre il popolo piange miseria in questo tempo di pandemia. Con la tua firma sostieni la protesta” - si leggeva sul notiziario parrocchiale. Anche il Comitato di Quartiere Città Giardino aveva sollevato qualche perplessità: “Appare assai inopportuna quantomeno, la scelta dello spostamento previsto della statua della Madonna, al centro della piazza dal 1948, simbolo non solo religioso ma anche affettivo e di riferimento del quartiere” - avevano sostenuto i residenti elencando le criticità del progetto. Tra queste anche la “riduzione dei posti auto” e i timori per una pedonalizzazione che potrebbe far crescere il fenomeno della “mala movida”. Dubbi anche sull’impatto del progetto sulla viabilità della zona. Il dibattito a Montesacro è più che mai acceso, il percorso partecipativo avviato. 

Restyling Piazza Sempione, parrocchia in protesta: “La statua della Madonna non si tocca” 

Lo striscione degli estremisti cattolici rimosso da Piazza Sempione

“Durante una pandemia e una crisi economica e dopo un anno in cui siamo stati chiusi in casa, noi in terzo municipio, che abbiamo voluto e finanziato la pedonalizzazione di una piazza, dobbiamo occuparci di chi non vuole spostare una statua di 5 metri. Grazie a chi foraggiato idealmente questa protesta demenziale, ora anche ottusoclericale, e continua a farlo” - ha commentato l’affissione di Militia Christi, l’assessore alla Cultura del Municipio III Christian Raimo.

Dopo il blitz notturno lo striscione è stato rimosso. Ci hanno pensato i consiglieri di centrosinistra di Montesacro e lo stesso Raimo. “In queste settimane si è aperto un acceso dibattito sulla riqualificazione di Piazza Sempione che sicuramente si sforzerà di trovare una sintesi con le istanze dei cittadini del municipio. Militia Christi, un gruppuscolo di estremisti anti abortisti, fanatici e misogini ha provato nella notte, senza neanche metterci la faccia, a dire la propria sullo spostamento della madonnina con uno striscione che recitava: ‘La statua non si tocca’, quando - ha scritto in una nota il consigliere della lista Civica Caudo presidente, Matteo Zocchi - nelle intenzioni del progetto verrebbe semplicemente spostata sotto il sagrato. Tutto ciò oltre ad essere profondamente ridicolo ci fa ribadire ancora una volta che Militia Christi non ha alcuna cittadinanza in III Municipio. Ci siamo dunque assunti la responsabilità di togliere quella vergogna di striscione”. 

Sempione striscione rimosso-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento