Montesacro Montesacro / Piazza Sempione, 15

Piazza Sempione, nulla è deciso: nuovo blitz del Municipio per spostare la statua della Madonna

Nei documenti firmati dal Direttore e indirizzati a Soprintendenza e Sovrintendenza l’ipotesi di porre la statua sul sagrato: resterà nell’isola di traffico solo come opzione residuale

La statua della Madonna di Piazza Sempione non si sposta, o forse sì. Già perchè se appena venti giorni fa, alla vigilia delle primarie, il monumento simbolo di Montesacro sembrava destinato a rimanere al suo posto, nell’isola di traffico al centro della piazza dove si trova dal 1948, la certezza, salutata come una vittoria dalla cittadinanza, adesso sembra vacillare.

Il Municipio III, dopo lo stop del Dipartimento Mobilità allo spostamento della Madonna ai piedi della Chiesa dei Santi Angeli Custodi per l'impossibilità di allargare il marciapiede sotto la scalinata, vuole trasferire la statua sul sagrato “nella forma attuale, all’interno dello spazio semicircolare centrale”. E’ scritto così nelle note di trasmissione del progetto esecutivo per la riqualificazione di Piazza Sempione inviate a Sovrintendenza Capitolina dei Beni Culturali (22 giugno 2021) e Soprintendenza Speciale (11 giugno 2021). Documenti, firmati dal Direttore e dal Responsabile del Procedimento, che RomaToday ha potuto visionare. Già inoltrata dal consigliere Riccardo Evangelista l'interrogazione a risposta scritta rivolta al minsindaco Caudo. 

Madonna sul sagrato-2

L’unico ostacolo alla nuova collocazione potrebbe essere la presenza nel sottosuolo di una conduttura idrica dell’acquedotto acqua marcia, per questo il Roma Montesacro ha chiesto il nulla osta ad Acea Ato 2 al fine di chiarire la presenza di un eventuale vincolo di inedificabilità al di sopra della condotta. 

La statua sul sagrato della chiesa, via dalla “gabbia” dell’isola di traffico, è la prima seconda scelta del Municipio III: contro la volontà della cittadinanza che per mantenere la Madonnina dov’è oggi ha promosso petizioni e proteste. Oltre 3mila le firme consegnate alla sindaca di Roma, Virginia Raggi, per chiedere la sospensione del progetto: per “difendere” l’attuale collocazione del monumento e il quartiere dal dilagare della movida. Tematica sempre calda a Montesacro. 

Ma la Madonna di Piazza Sempione resterà nell’attuale posizione, già oggetto di parere positivo da parte del Dipartimento Mobilità e Trasporti, solo “nel caso in cui non sia possibile procedere allo spostamento sul sagrato”. Come possibilità residuale dunque. 

Un blitz del Municipio III che ha già acceso gli animi di Montesacro, del comitato che si batte per la “difesa” di Piazza Sempione e quello di Città Giardino. 

“Ancora una volta i cittadini vengono presi in giro” - scrivono in una nota appellandosi alla Soprintendenza Speciale perché neghi l’autorizzazione a un progetto “che stravolge, non solo con lo spostamento di un monumento, ma anche con gli altri interventi previsti, il volto architettonico di una piazza storica, per farne polo di attrazione del divertimentificio notturno”. Per i cittadini è “una vera aggressione al patrimonio culturale della città”. Dopo le accuse al presidente Caudo, reo di voler “imporre un progetto nella più totale assenza di partecipazione e trasparenza”, l’appello anche alla sindaca Raggi “perché - scrivono il Comitato Salviamo piazza Sempione e il Comitato di quartiere Città Giardino “non resti silente e inerte di fronte a questo saccheggio che avviene sotto la sua sindacatura”. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Sempione, nulla è deciso: nuovo blitz del Municipio per spostare la statua della Madonna

RomaToday è in caricamento