Martedì, 18 Maggio 2021
Montesacro Montesacro / Piazza Sempione, 15

Piazza Sempione, la paura della movida dietro il ‘no’ alla pedonalizzazione: “Non diventeremo come San Lorenzo” 

Il Comitato Salviamo Piazza Sempione pronto alla protesta: "Caudo ignora 3mila firme, bisogna far sentire la nostra voce"

“Salviamo Piazza Sempione”: è questo lo slogan scelto dal comitato dei residenti che da settimane si batte contro il progetto di pedonalizzazione della piazza simbolo di Montesacro. Un restyling fortemente voluto dal presidente del Municipio III, Giovanni Caudo, e dalla sua Giunta per restituire dignità ad un luogo storico da troppo tempo deturpato dalle auto.

La pedonalizzazione di Piazza Sempione

Tra gli interventi principali la rimozione del parcheggio davanti a Palazzo Pubblico, sede istituzionale del Roma Montesacro, in favore di un’area pedonale pavimentata a lastre. Al lato marciapiedi più larghi. Anche intorno alla chiesa è prevista un’area pavimentata: è li che verrà spostata la statua della Madonna che attualmente si trova in un’isola di traffico al centro delle carreggiate. Il riposizionamento, di fronte alla scalinata della Chiesa, in asse con la facciata, così spiega l’architetto Maurizio Bradaschia, servirà a “valorizzarla”. 

Piazza Sempione, con il restyling diventa pedonale: ma sul progetto è rivolta

Lo spostamento della statua della Madonna

E’ questo uno dei punti più discussi: “I monumenti non si spostano, la statua della Madonna non si tocca” - sono perentori dal Comitato Salviamo Piazza Sempione. Dopo la petizione per chiedere la sospensione del progetto, oltre 3mila le firme raccolte, i cittadini scenderanno in piazza per dire no al restyling così come proposto. 

Piazza Sempione, la paura della movida dietro al 'no' al restyling

Contestano il parcheggio sul lato sud della piazza, “che - scrivono - dimezza la carreggiata e paralizza il traffico su via Nomentana e via Cimone”. Sostanzialmente d’accordo con la realizzazione di “un’area di rispetto davanti al Municipio fruibile alla cittadinanza”, quindi senza auto, “e compatibile con lo stile architettonico della piazza”. Ma il ‘no’ è netto “alle arene per i festival della movida notturna e le speculazioni economiche che - sostengono dal Comitato - ‘sfrattano’ i negozi di prossimità e vogliono trasformare tutta Montesacro nella nuova San Lorenzo”. Una problematica sentita quella della mala movida con i residenti di Città Giardino da anni a denunciare schiamazzi, urla, sosta selvaggia e notti insonni. Il nodo della pedonalizzazione di Piazza Sempione è tutto li.

Montesacro, protestano i cittadini: "Caudo ignora 3mila firme"

Così, in attesa del sopralluogo pubblico promesso dal minisindaco Caudo per confrontarsi con il territorio, i cittadini protestano. “La Giunta Caudo, arroccata nel suo atteggiamento antidemocratico, non ha accolto le richieste della petizione popolare sottoscritta da quasi 3.000 cittadini. E anzi cerca di accelerare i tempi del progetto, che stravolge la piazza e mina la vivibilità del quartiere. Serve un'iniziativa dei cittadini ancora più pressante”. Per questo il 2 maggio si sono dati appuntamento a Piazza Sempione.”Per far sentire ancora più forte la voce dei cittadini alla Giunta municipale, alla maggioranza che la sostiene e a tutta la città. Tutti in piazza, - esortano - prima che sia troppo tardi”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Sempione, la paura della movida dietro il ‘no’ alla pedonalizzazione: “Non diventeremo come San Lorenzo” 

RomaToday è in caricamento