Montesacro Montesacro / Piazza Sempione, 15

Piazza Sempione, vincono i cittadini: la statua della Madonna resta al suo posto. E' scontro nella Giunta Caudo

La decisione dopo le proteste dei residenti e della parrocchia del quartiere. Botta e risposta tra Caudo e l’assessore Pieroni: a dieci giorni dalle primarie si accende lo scontro politico

La statua della Madonna di Piazza Sempione resterà al suo posto. Dopo mesi di dibattito si chiude uno dei capitoli più discussi relativi alla pedonalizzazione della piazza di Montesacro. Si perchè il progetto fortemente voluto dal minisindaco Giovanni Caudo, e sottoscritto da tutta la Giunta, prevedeva lo spostamento della Madonnina: dall'isola di traffico in cui si trova dal 1948 a davanti la scalinata della Chiesa Santi Angeli Custodi, in asse con la facciata. Un cambio, nell’ottica della “valorizzazione” del monumento, così è scritto nel progetto, che però ha suscitato i malumori di parte dei residenti del quartiere contrari alla nuova collocazione.

Piazza Sempione: la statua della Madonna resta al suo posto

Un progetto, quello della pedonalizzazione, che ha spaccato Montesacro: tra i nodi da sciogliere, oltre quello relativo alla statua della Madonna, anche viabilità e posti auto. Sullo sfondo il timore che il restyling di Piazza Sempione possa accendere ancor di più la vita notturna per le strade del quartiere: è la “malamovida” a preoccupare gli abitanti di Città Giardino che da anni chiedono regolamentazioni e controlli più stringenti “per tornare a dormire”. 

La pedonalizzazione che ha spaccato il quartiere

La statua della Madonna della Misericordia è stata il simbolo del braccio di ferro sul progetto di pedonalizzazione di Piazza Sempione. Resterà al suo posto. Ad annunciarlo in anteprima a RomaToday l’assessore ai Lavori Pubblici, Francesco Pieroni, candidato alle primarie per la presidenza del Municipio III. “Non sposteremo il monumento sacro” - ha detto i un’intervista sottolineando come la decisione non pregiudichi “la realizzazione di una piazza pedonale davanti alla sede del municipio, sulla quale potremo anche valutare le altre proposte che ci vengono dai cittadini e dagli atti votati in Consiglio Municipale”. Nel mezzo il percorso partecipativo attivato, a dore il vero, a progetto presentato, e il dialogo con il Vicariato seguito al grande moto di contrarietà di fedeli e residenti di Montesacro. 

Plaude il Pd. “Siamo sempre stati contrari al suo spostamento, ma abbiamo atteso la conclusione del percorso partecipativo con la cittadinanza che ha dimostrato come questa posizione fosse maggioritaria anche fra i residenti del quartiere” - hanno commentato Ricccardo Corbucci e Simoina Sortino. “Siamo da sempre convinti che interventi di questo tipo debbano avere il consenso della cittadinanza” - fanno eco Filippo Maria Laguzzi e Federica Rampini. 

“I valori vanno rispettati, la cittadinanza anche! Si tratta di una grande vittoria dei cittadini” - il commento di Marcello De Vito, presidente dell’Assemblea Capitolina, ex M5s passato di recente a Forza Italia. 

Piazza Sempione, il restyling spacca maggioranza e Giunta

La Madonna della Misericordia di Piazza Sempione accende però lo scontro politico, spacca maggioranza e Giunta del presidente Caudo. “Avevamo deciso che la questione della Madonnina non dovesse essere oggetto di mera speculazione elettorale durante le primarie. Ma oggi qualcuno non è riuscito a non farlo e arretra anche sulla scelta della pedonalizzazione” - scrive il minisindaco del Roma Montesacro in una nota. “Si, la scelta di mantenere la Madonnina nell'attuale localizzazione è maturata a seguito del lavoro proficuo portato avanti in questi mesi con il Vicariato e a seguito delle valutazioni maturate in vista di una progressiva e completa pedonalizzazione di tutta la piazza, che sarà dedicata esclusivamente all’accesso ai residenti, e che consentirà di valorizzare la Madonnina dando ai fedeli la possibilità di raggiungerla senza doversi fare largo tra le lamiere”.

Caudo contro Pieroni: "Rivendica risultato ai fini elettorali"

Poi l’attacco a Pieroni, l’assessore in quota Pd in corsa per le primarie e che Caudo non sosterrà: l’endorsement del presidente è per l’ex minisindaco Paolo Marchionne. “L’assessore Pieroni, che ha firmato il progetto che prevede lo spostamento sul sagrato della chiesa, che ha partecipato a tutti gli incontri successivi e che sa di questa decisone maturata ormai da diverse settimane e condivisa con tutta la giunta, la rivendica come una decisione di parte del PD, ai soli fini elettorali. Noi - ha assicurato Caudo - proseguiamo il lavoro portato avanti in circa 34 mesi con la stessa modalità di sempre, guardando all’interesse generale e non di parte, su questo spesso ci siamo trovati soli”. 

“L’unico limite nella nostra esperienza è stata la mancanza di una piena condivisione con la cittadinanza di alcune scelte” - aveva sottolineato Pieroni parlando della Giunta Caudo. Anche su questo ribatte il minisindaco: “Non ci è mancato lo spirito di coinvolgimento e di partecipazione che questa giunta ha saputo mettere in campo mobilitando tante persone e tante risorse nell’attività culturale, nelle opere pubbliche e nel dialogo quotidiano con tutti i cittadini. La campagna elettorale finirà, le scelte importanti restano anche al di là - l’ultima stoccata - dei comportamenti dei singoli”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Sempione, vincono i cittadini: la statua della Madonna resta al suo posto. E' scontro nella Giunta Caudo

RomaToday è in caricamento