Montesacro Montesacro / Piazza Sempione, 15

Piazza Sempione, sulla pedonalizzazione Caudo tira dritto: "Non esistono criticità"

Il minisindaco risponde a dubbi e perplessità dei residenti che hanno chiesto a Raggi la sospensione del progetto. De Vito: "No ad arena serve pedonalizzazione a misura di bambino e famiglie"

Il progetto di pedonalizzazione di Piazza Sempione “nel suo progressivo affinamento, fa proprie le prescrizioni date ai nostri uffici dal Dipartimento Mobilità e pertanto non presenta criticità e rispetta le prescrizioni date”. E’ perentorio il presidente del Municipio III, Giovanni Caudo, a margine del sopralluogo dedicato al restyling della piazza di Montesacro.

La pedonalizzazione di Piazza Sempione

Un progetto che da mesi divide il quartiere, nei giorni scorsi tremila le firme consegnate alla sindaca di Roma, Virginia Raggi, per chiedere la sospensione della riqualificazione così come voluta dalla Giunta Caudo: “Lo sfregio a piazza Sempione comprometterebbe un bene culturale che è patrimonio di tutta la città” - hanno detto dal comitato promotore della raccolta firme. “Una questione di ordine architettonico e culturale sulla carta ma che cela anche risvolti legati a chiesa e moralità”.

Piazza Sempione, i nodi da sciogliere: mobilità, parcheggi e statua Madonna

Chiedono dialogo e confronto gli abitanti di Montesacro: tra i nodi da sciogliere l’ipotesi dello spostamento della statua della Madonna, la riduzione di posti auto e i cambiamenti alla viabilità. C’è poi il timore diffuso che la pedonalizzazione, così concepita, possa incentivare la mala movida, un fenomeno a Città Giardino e dintorni da sempre osteggiato. 

Una paura, così si era già espresso sul punto il minisindaco, “che non fermerà il progetto”. “Paura e degrado - aveva detto - si vincono con la bellezza e la fiducia nell'altro; con una città inclusiva e non che esclude".

Pende ancora poi la questione legata allo spostamento della statua della Madonna: dall’isola di traffico in cui si trova dal 1948 a davanti alla scalinata della Chiesa Santi Angeli Custodi, in asse con la facciata. "La valorizzazione prevista, con lo spostamento sul sagrato, è all'attenzione del tavolo aperto presso il Vicariato” - ha sottolineato Caudo. 

De Vito: "Sia pedonalizzazione a misura di bambino, studenti e famiglie"

Ma su Piazza Sempione “le posizioni restano nettamente discordanti” - la constatazione del presidente dell’Assemblea Capitolina, Marcello De Vito, a margine dell’incontro con il minisindaco di Montesacro. “Quel che è certo è che non si tratta di una pedonalizzazione visto che sulla piazza rimaranno comunque i flussi di traffico ma sarà ridotta la viabilità. Il parcheggio a spina in uscita dalla piazza - ha detto De Vito - è una follia, come la realizzazione sul lato sud di un altro parcheggio che ridurrà la carreggiata. Nessuno è contro la pedonalizzazione, ma vogliamo capire la precidsa modalità. E’ necessaria una pedonalizzazione ‘a misura di bambino’, come diceva il sindaco di cui era assessore. La vogliamo a misura di famiglia e di studente: una pedonalizzazione parco con alberi, panchine e tavoli. Diciamo no ad un’arena per gli spettacoli: una pista che darebbe continuità all’ampia movida di Montesacro, quella che esaspera i residenti e che sta comportando degrado nel quartiere. L’auspicio è che si trovi una soluzione in grado di soddisfare tutte le esigenze. E’ una piazza storica che ha una valenza artistica, culturale e religiosa. Come le ha detto una cittadina: il presidente ascolti, non senta e basta”. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piazza Sempione, sulla pedonalizzazione Caudo tira dritto: "Non esistono criticità"

RomaToday è in caricamento