Montesacro Montesacro / Via Cimone, 129

Montesacro, ordinanza anti alcol a macchia di leopardo: "E' un pastrocchio"

Escluse dal provvedimento del Campidoglio strade e locali limitrofi a Piazza Sempione. Filini (FdI): "Tutti scontenti, scarse risorse non garantiranno controlli promessi"

Via Cimone, via Nomentana Vecchia, via di Montesacro e viale Gottardo fuori dai confini dell'ordinanza anti alcol che dal 15 giugno entrerà in vigore anche nel Montesacro ed in particolare nell'adiacente area di Piazza Sempione.

Dal provvedimento del Campidoglio fuori dunque strade piuttosto animate dalla movida e ben 14 locali. Una questione sollevata da alcuni consiglieri del PD del Municipio III intenti a sottolineare come la decisione di estendere l'ordinanza anche a tale zona, spinta da un atto di iniziativa popolare voluto dai residenti e dal Comitato di Quartiere, rischi così di divenire inefficace provocando pure una sorta di concorrenza sleale fra attività che sorgono a poche decine di metri l'una dall'altra.

Severo poi il giudizio dell'opposizione di centrodestra con Francesco Filini di Fratelli d'Italia a definire il provvedimento "l'ennesimo pastrocchio di Marino" che avrebbe solo "alterato il mercato della somministrazione di alcolici intorno a piazza Sempione".

"Ci sarà infatti - ha sottolineato Filini - chi alle 22 non potrà più vendere da asporto mentre chi gli sta di fronte sì. Un'assurdità bella e buona".
Critiche poi all'Assessore Leonori che sin da subito aveva rassicurato il territorio su controlli "accurati" anche nelle zone escluse dall'ordinanza:"L'Assessore - incalza l'esponente di FdI - sa benissimo che non ci sono le risorse per garantire nemmeno i controlli ordinari, è ovvio che vengono dette solo per far star buoni i consiglieri del suo stesso partito. Con questo pastrocchio sono riusciti nella difficilissima impresa di scontentare tutti".

"La verità - ha proseguito Filini - è che si è persa ancora una volta l'occasione per trovare insieme alle attività produttive delle forme di collaborazione con il territorio per rendere più sicuro il quartiere, si è scelta la via dell'ordinanza che però deve andare a colpire solo determinati locali, pertanto sarà totalmente inefficace e pesantemente esposta a ricorsi che il TAR potrebbe facilmente accogliere, con l'inevitabile ed ennesima figura di palta per Marino. Tanto - ha concluso - ci è abituato.."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montesacro, ordinanza anti alcol a macchia di leopardo: "E' un pastrocchio"

RomaToday è in caricamento