MontesacroToday

Linee programmatiche: rinviato il Consiglio. Critico il centrodestra: "Maggioranza già spaccata"

Duro il commento dell'ex minisindaco Bonelli e dell'ex Assessore Filini: "Il centrosinistra è già spaccato. Incredibile quanto successo oggi"

L’articolo 53 del Regolamento del Municipio, quello che prevede che il documento sulle linee programmatiche venga depositato almeno cinque giorni prima dello svolgimento della seduta, non è stato rispettato: questa la questione pregiudiziale che ha portato al rinvio del Consiglio di Piazza Sempione che proprio oggi avrebbe dovuto votare gli emendamenti e l’atto finale.

Un rimando non senza polemiche, concretamente deciso in seguito all’opposizione del capogruppo di Sinistra, Ecologia e Libertà, Cesare Lucidi, alla prosecuzione dei lavori, e in qualche modo suggerito dalle rimostranze del centrodestra che, seppur intenzionato – almeno nelle parole - a voler andare avanti, non ha mancato di sottolineare l’errore commesso nel convocare la seduta prima di quei cinque giorni previsti dal Regolamento.

Una quantità di tempo troppo esigua quella messa a disposizione dei gruppi consiliari - hanno sostenuto gli esponenti del PdL e di Fratelli d’Italia - volenterosi sì di proseguire la seduta, ma anche di aver maggior cognizione del documento per lavorare meglio sugli emendamenti da proporre.

Inizia dunque con un mare di polemiche l’era Marchionne in Piazza Sempione: "Ha davvero dell'incredibile quanto successo oggi in Consiglio” – hanno detto Cristiano Bonelli, capogruppo del PdL e Francesco Filini, capogruppo di FdI.

“Dopo aver messo in evidenza dei vizi procedurali in palese violazione del Regolamento Municipale, ci siamo dichiarati, come gruppi d'opposizione, responsabilmente disponibili a discutere comunque gli emendamenti allo scarno e deludente documento presentato da Marchionne. Questo perché – hanno spiegato - i cittadini hanno bisogno di risposte e il Consiglio deve cominciare a lavorare. Una linea accettata da tutta l'Aula, fatta eccezione del gruppo di SEL che ha chiesto ed ottenuto il rinvio dell'atto alla prossima settimana, in sfregio ai cittadini presenti. Siamo obbligati a registrare e a mettere in evidenza – hanno proseguito i due - la prima divisione in seno alla maggioranza, che alla prima delibera si spacca posticipando di una settimana i lavori e si spacca anche  durante la prima votazione della nuova maggioranza di centro sinistra, tre consiglieri PD, infatti, hanno espresso il loro voto di astensione, diverso da quello del resto dei gruppi che appoggiano la Giunta Marchione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vecchi rancori, divisioni ed assetti non rispettati.  Non è chiaro se il gruppo di SEL, fortemente rappresentato nella Giunta Marchionne – hanno concluso Filini e Bonelli - abbia voluto fare un dispetto al suo Presidente o ai cittadini.  Ai posteri l'ardua sentenza."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Coronavirus, a Roma 494 casi. Nel Lazio 994 nuovi contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento