Martedì, 15 Giugno 2021
Montesacro Montesacro / Piazza Sempione, 15

Municipio III, l'opposizione tenta lo sgambetto: "Caudo ritiri deleghe all'assessore Raimo"

La mozione firmata da tutti i gruppi di minoranza, il centrosinistra dice 'no' al voto segreto per arginare eventuali "franchi tiratori"

Prima gli eventi, seppur di grande successo, organizzati senza tutte le necessarie autorizzazioni; poi, sempre nell'ambito della stessa manifestazione culturale, l'accusa di aver "inopportunamente favorito un esercizio commerciale privato, favorendo esplicitamente il consumo di alcolici" e, infine, quella richiesta di liberazione per l'ex terrorista rosso Cesare Battisti, arrestato dopo 37 anni di latitanza, che ha messo in imbarazzo tutta Piazza Sempione. Maggioranza di centrosinistra inclusa. 

Mozione per ritiro deleghe all'assessore Raimo

Per l'opposizione grillina e di centrodestra del Municipio III la misura nei confronti dell'assessore alla Cultura e alle Politiche Giovanili, Chistian Raimo, è colma: tanto da richiedere al minisindaco Giovanni Caudo di ritirare le deleghe a lui affidate. 
Già protocollata la mozione di intenti che sarà discussa nel parlamentino di Montesacro giovedì 24 gennaio. Un documento che esprime "disagio e perplessità" sull'assessore Raimo, docente, giornalista e scrittore. 

A firmarla, come proponenti, tutti e 9 i consiglieri di minoranza: l'ex minisindaca Roberta Capoccioni, Daniela Michelangeli e Mario Novelli del M5s; Giordana Petrella di Fratelli d'Italia; Riccardo Evangelista di Forza Italia con pure i tre della Lega Francesco Maria Bova, Mario Astolfi e Pino Salvati. 

Arresto Battisti, Raimo: "Non festeggio galera". Bufera sull'assessore di Montesacro

L'appello grillino ai consiglieri di maggioranza: "Si dissocino"

"Chiediamo al Presidente Caudo di dissociarsi dal comportamento del suo assessore e ritirare le deleghe attribuitegli. Chiediamo ai consiglieri di maggioranza, che come noi sono stanchi dell'atteggiamento dell'assessore Raimo, - hanno scritto dal M5s di Montesacro - di non piegarsi e di avere il coraggio delle proprie idee. Chiediamo a tutti di non essere complici di chi, rivestendo un delicato ruolo istituzionale, si sente al di sopra delle regole di una civile convivenza". 

Voto palese, la maggioranza evita il pericolo "franchi tiratori"

Un documento che, a quanto si apprende nei corridoi di Piazza Sempione, non avrebbe i numeri per essere approvato: 9, appunto quelli dell'opposizione, i voti certi con la maggioranza che si appresta a mostrarsi, almeno nei numeri, compatta.

Respinta la richiesta di votare con "voto segreto": i franchi tiratori fanno paura alla maggioranza di centrosinistra che sull'assessore scelto da Caudo ha più di qualche mal di pancia. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipio III, l'opposizione tenta lo sgambetto: "Caudo ritiri deleghe all'assessore Raimo"

RomaToday è in caricamento