Domenica, 14 Luglio 2024
Montesacro Montesacro / Piazza Sempione, 15

A Montesacro debutta lo streaming, i grillini: "Non vogliamo foto, nè riprese"

Nel corso della prima seduta in diretta web battibecco tra gli esponenti del M5s e quelli del Pd. L'assessore: "Non voglio foto"; il consigliere Cicala: "Io non voglio essere ripreso". I Dem: "Allora rinunciate a ruolo pubblico"

Giovedì scorso nel Municipio III ha esordito la diretta streaming delle sedute del Consiglio che saranno così disponibili e accessibili a tutti i cittadini, su vari dispositivi, tramite la piattaforma di Unidata. 

Una novità che a Piazza Sempione, rivendicazioni di paternità a parte, è stata salutata da tutti con entusiasmo e un pizzico di emozione. Eppure nel corso della seduta di debutto, nonostante inquadrature ferme e buona risoluzione mandate in diretta web, su fotografie e riprese non sono mancati attimi di tensione tra alcuni consiglieri di maggioranza e opposizione e schermaglie con esponenti della Giunta. 

Ad accendere la miccia l'assessore all'Urbanistica, Domenico D'Orazio, che, all'esordio del suo intervento sulla delibera di Piazza Minucciano, ha comunicato al consigliere del Pd, Yuri Bugli, intento a riprendere, di non volere foto: "Cortesemente non voglio che mi fotografi. C'è la diretta streaming" - ha detto D'Orazio stizzito interrompendo la presentazione del documento. 

"Sono autorizzato a riprendere e su questo potremmo aprire un ampio dibattito dottrinario: sei persona pubblica in funzione pubblica" - ha ribattuto Bugli che, evidenziando di aver depositato l'apposito modulo richiesto dalla presidenza del Consiglio di Piazza Sempione per effettuare riprese audio-video, è stato poi autorizzato senza esitazioni dal Presidente del Consiglio Mario Novelli. 

"Io non voglio essere ripreso dai consiglieri" - ha detto dal fondo dell'aula il consigliere grillino Pasquale Cicala, protagonista di quel video su "i zingari" e i "tavolini a due a due" che lo ha trasformato suo malgrado in una "star" del web.

"Se assessori e consiglieri non vogliono essere ripresi allora i dovrebbero dimettere e rinunciare al loro ruolo pubblico" - ha incalzato la consigliera Dem, Francesca Leoncini. 

A riportare l'ordine in Aula il presidente del Consiglio Novelli che ha ammonito verbalmente i consiglieri: "Non è possibile dare questo spettacolo indecente". 

"L'autorizzazione rimane quella degli audio video, tuttavia c'è la facoltà per chi non vuole essere ripreso di non essere ripreso. Ne abbiamo parlato anche nella capigruppo. Altra questione è lo streaming" - ha detto il presidente dell'Assemblea. "Non è così" - ha ribattuto Bugli - "Siamo persone pubbliche nello svolgimento di funzioni pubbliche: se l'assessore non vuole essere ripreso - ha aggiunto provocatoriamente - spegniamo lo streaming". 

E chissà se i cittadini in diretta da smartphone, pc e tablet avranno davvero apprezzato lo spettacolo dato in quel di Piazza Sempione o se, visto l'andazzo, avranno preferito spegnere i propri dispositivi. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Montesacro debutta lo streaming, i grillini: "Non vogliamo foto, nè riprese"
RomaToday è in caricamento