MontesacroToday

Montesacro, M5s istituisce Giornata dello Sport: ma su centri municipali è ricorso al TAR

Lo sport spacca Piazza Sempione, il Pd attacca la maggioranza Capoccioni: "Solo inziative di facciata: distribuisce patacche e dimentica sportivi"

Lo sport accende l'ennesima polemica in Municipio III. A scatenarsi contro la maggioranza della presidente Capoccioni il Pd con l'ex minisindaco Marchionne e la sua ex assessora allo Sport, Federica Rampini. La critica ai pentastellati prende le mosse dalla volontà dei grillini di Montesacro di istituire una Giornata dello Sport per celebrare i meriti di atleti, tecnici e associazioni del territorio. 

Giornata dello Sport: l'atto della consigliera Liuzzi 

A presentare il documento votato da Piazza Sempione la consigliera Cinque Stelle, Francesca Liuzzi. "Con questo atto ho voluto porre l'attenzione sui benefici che la politica può apportare allo sport quando si interessa in maniera 'ecumenica' di tutte le discipline, anche quelle cosiddette 'minori'. Ho voluto portare al centro dell'attenzione dell'amministrazione quanto tutte le discipline debbano poter godere di considerazione e attenzione da parte della politica e come essa si debba far carico di sostenere gli atleti tributando loro l'attenzione che i risultati dei loro sacrifici meritano" - ha detto la proponente. 

Sui centri sportivi Municipali il ricorso al TAR

E proprio lo sport in Municipio III in questo periodo è tematica assai  delicata: a pendere su Piazza Sempione il ricorso al TAR di alcune associazioni sportive in merito al bando per la gestione delle palestre scolastiche

Da qui l'aspra critica del Pd. "La sintesi del disastro a 5 Stelle sulle politiche sportive nel Municipio III è tutta in due assolute novità: una di sostanza, ovvero il primo ricorso al TAR nella storia del Municipio avverso il bando per la gestione delle palestre scolastiche in orario extracurriculare. La seconda invece è da relegare al campo della futilità, ovvero l'istituzione della Giornata dello Sport, votata in Consiglio Municipale" - hanno scritto in una nota Marchionne e Rampini. 

L'accusa del Pd: "Bando che premia investimenti e non progetto sportivo"

Al centro delle rimostranze un bando che "sembra fatto apposta per estromettere le associazioni sportive dilettantistiche dalla gestione delle palestre scolastiche negli orari pomeridiani, dimenticando che si tratta di un servizio pubblico, e non una gara per la concessione di spazi" - hanno detto i due Dem. Ad essere indigesti quei punteggi  che premiano le società in grado di effettuare migliorie agli impianti esistenti a discapito, sostengono i delatori, del progetto sportivo.

"Nei Centri Sportivi Municipali, negli ultimi 30 anni sono state garantite tariffe popolari e soprattutto la diffusione della pratica sportiva, ma ora grazie alle scelte scellerate dei 5Stelle le ASD rischiano di essere escluse a favore di chi può permettersi investimenti economici al di fuori di qualsiasi ricavo dato dall'applicazione delle tariffe comunali per la pratica sportiva". 

Giornata dello Sport in Municipio III  "iniziativa di facciata"

"Mentre creano le premesse per questi disastri - continuano i consiglieri Pd - i 5Stelle dimostrano di essere intenti solo a iniziative di facciata e completamente inutili. Con la Giornata dello Sport votata ieri, infatti, potranno distribuire patacche a chi le medaglie vere le ha già vinte, ovvero olimpionici, campioni europei e nazionali, lasciando indietro tutto lo sport di base e soprattutto l'unica missione che dovrebbe avere un municipio in materia di politiche sportive: la diffusione della pratica e l'implementazione dell'impiantistica sportiva". 

Da Sport nei Parchi alla palestra Agnini: le iniziative della Giunta Marchionne

Poi la rivendicazione di quanto messo in campo dalla Giunta Marchionne nei tre anni di governo: "Mentre nei tre anni precedenti abbiamo posto in essere iniziative gratuite e mirate alla promozione dello sport pubblico per tutti, come 'Sport nei Parchi' , il 'Torneo volley scuole medie' , il 'Cicloclick' e la festa dei centri sportivi municipali insieme a interventi volti al recupero e all'implementazione delle palestre scolastiche e dell'impiantistica sportiva, come il recupero della palestra F. Agnini, il playground alla scuola Alberto Manzi, le palestre delle scuole Giovanni Paolo I, Angelo Mauri e Simone Renoglio, il completamento della tensostruttura alla scuola Renato Fucini, oggi non si ha neanche una programmazione triennale per le politiche sportive".

Sport i n Municipio III: "La Giunta Capoccioni inizi a programmare politiche"

"Ricordiamo al maggioranza della Presidente Capoccioni e all'Assessore allo Sport Kalenda che il Municipio non è una articolazione né del Coni né delle sue Federazioni" - hanno concluso Marchionne e Rampini. L'invito, ad un anno dall'insediamento della Giunta, è quello di cominciare a programmare politiche di promozione dello sport pubblico e per una migliore offerta di impianti e palestre "senza necessariamente - dicono - ridurle alla migliore offerta economica, così come fatto per il bando dei centri sportivi municipali".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

  • La montagna vicino Roma: 5 escursioni a due passi dalla Città eterna

  • Choc nel parcheggio del supermercato: cliente non lascia il carrello al mendicante e finisce ferito in una pozza di sangue

  • Saldi, a Roma e nel Lazio si parte un mese prima: lo shopping natalizio sarà all'insegna degli sconti

  • La voglia di festa sfida il Covid: in 34 assembrati in 70 metri quadri, la vicina chiama i carabinieri

Torna su
RomaToday è in caricamento