Domenica, 19 Settembre 2021
Montesacro Montesacro / Piazza Sempione, 15

Boccata d'ossigeno per il Sociale: 1milione di euro per il Municipio III

Dal Campidoglio 9milioni di euro ai Municipi: servizi coperti fino al 31 dicembre. Sartiano: "AEC a 11 ore e mezza. In cantiere anche bandi per altre necessità"

Respirano i Servizi Sociali della Capitale: la Sindaca Virginia Raggi ha infatti annunciato lo stanziamento di 9milioni di euro che serviranno per dare continuità a quei servizi alla persona per i quali nelle settimane scorse era suonato il campanello d'allarme. 

Di poco superiore al milione di euro la somma destinata al Municipio III. 433.470€ saranno riservati al servizio AEC; 330mila al SAISH; 124.516€ i fondi per i contributi agli adulti; 84421€ quelli per gli anziani e 56750€ ai minori. 

"Fondi che andranno a coprire dunque non solo il servizio AEC ma anche altre necessità come il SAISH. L'AEC, che ad oggi era garantito fino a dicembre con 8 ore, da fine ottobre passerà ad 11 ore e mezza. Questo grazie alla copertura dei fondi provenienti dalla variazione di bilancio e in parte grazie alle economie fatte dall'assegnazione del bando e i suoi ribassi con il risparmio reinvestito nelle ore in più" - ha detto in un'assemblea convocata all'ultimo l'Assessore al Sociale del Municipio III, Giuseppe Sartiano. 

I fondi oltre a coprire i servizi fino al 31 dicembre - hanno assicurato da Piazza Sempione - serviranno anche per mettere in cantiere alcuni bandi come il Segretariato Sociale, il centro diurno per anziani fragili e per smuovere le liste di attesa per l'assistenza domiciliare di SAISH e SAISA. 

"La Giunta e l'amministrazione tutta sono disponibili per accogliere istanze relative a difficoltà e disagi. Da subito - ha aggiunto Sartiano - dobbiamo pensare insieme al futuro affinchè quanto accaduto in questi anni non succeda più".

Disponibilità al confronto espressa anche da Daniela Michelangeli, ex presidente della Consulta per la Disabilità e oggi presidente della Commissione Sociale del Municipio III: "Monitoreremo il servizio AEC per rilevare eventuali criticità e instaureremo un rapporto positivo e di collaborazione con scuole e Asl. Stiamo già lavorando ad una programmazione che sia correlata al tempo per non farci trovare impreparati" - ha assicurato l'esponente 5s rispondendo anche alla richiesta di maggior progettualità da parte delle Dirigenti Scolastiche presenti, seppur convocate in modo tardivo e informale, all'assemblea di Piazza Sempione e volenterose di ribadire "il grande lavoro di dettaglio" svolto dalla Scuola sulle situazioni a cui è chiamata a far fronte. 

Ma le novità per il Sociale non finiscono qui. Entro l'anno, grazie al finanziamento nazionale della 285, verranno messi a bando anche altri tre progetti nell'area dell'infanzia e dell'adolescenza. Dal 6 ottobre potranno poi essere inoltrate le domande per il SIA, il Sostegno di Inclusione Attiva: "Una misura di sostegno alle famiglie con determinati requisiti - ha spiegato Sartiano - che consente loro di ottenere da un lato un supporto economico mensile, dall'altro un sostegno alla progettualità individuale". 

Dopo settimane di smarrimento e timori per i Servizi Sociali arriva dunque la tanto agognata boccata d'ossigeno necessaria per garantire la continuità e far si che le fasce più deboli non rimangano isolate o indietro. In attesa di una programmazione che ciclicamente non faccia però gridare all'emergenza.  
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boccata d'ossigeno per il Sociale: 1milione di euro per il Municipio III

RomaToday è in caricamento