Giovedì, 28 Ottobre 2021
Montesacro Montesacro / Piazza Sempione, 15

Municipio III, fatture nascoste e malori: in commissione bilancio è Cicala show

L'accusa del Pd: "Grillini con fatture segrete e personali"

Una Commissione Bilancio "sconcertante": non usano giri di parole i consiglieri del Pd, Paolo Marchionne e Yuri Bugli, per descrivere quanto accaduto in quel di Piazza Sempione durante la riunione dei commissari chiamati ad esaminare un debito contratto dall'Amministrazione ai tempi del Sindaco Alemanno. 

Il debito: 108mila euro per materiale informatico

Circa 108mila euro quelli spesi, tra il 2009 e il 2010, per una cospicua fornitura di materiale informatico - più che altro toner, mouse e qualche pc - da destinare agli uffici del Municipio III, in particolar modo a quelli appena aperti di via Fracchia. 

"Una procedura che da allora abbiamo ritenuto opaca e piena di vizi amministrativi, tanto che quel debito non è stato mai pagato" - tengono a sottolineare i due Dem che poi si scagliano contro il presidente della commissione Bilancio del Terzo, Pasquale Cicala, consigliere noto alle cronache per il siparietto in Aula sulla conta dei tavolini "a due a due" e "i zingari". 

Fatture in Commissione: "Singolare solerzia del M5s"

Il portavoce del M5s avrebbe infatti portato in Commissione, senza darne visione ai colleghi, le fatture chieste direttamente alla ditta che ha fornito a suo tempo il materiale informatico. Insomma il creditore. 

"E' singolare che su questa annosa vicenda i 5Stelle si siano dimostrati tanto zelanti al punto che oggi il Presidente della Commissione Bilancio, Pasquale Cicala, passato alle cronache per la sua magniloquenza nell'Aula di piazza Sempione, ha portato con sé copia di fatture che ha richiesto personalmente all'impresa in questione, documenti neppure in possesso del Municipio" - hanno scritto Bugli e Marchionne in una nota. "Documenti segreti e personali" - rincarano la dose i due denunciando come le carte non siano state date in copia agli altri commissari, "appannaggio personale del politico del M5S". 

Un malore per chiudere la seduta 

Poi discussione troncata e chiusura della seduta in fretta e furia: il consigliere e presidente dell'organo Cicala ha infatti accusato un lieve malore. Fortunatamente nulla di grave tanto da essere presente nella Commissione successiva, quella del Sociale. 

"Nella speranza che il malore sia solo una delle tante sceneggiate del Cicala, la domanda che ci poniamo è quanto a lungo durerà il malessere di questa città in mano a questi cialtroni" - hanno dichiarato a margine della Commissione. 

Una seduta concitata che probabilmente avrà degli strascichi: i due Dem hanno infatti chiesto di fare luce sul fatto che un consigliere "vada in giro per il mondo a chiedere emissioni di fatture per conto dell'Amministrazione".

Intanto la documentazione portata da Cicala in Commissione sarà richiesta con un accesso agli atti. Carte che probabilmente però non arriveranno ai richiedenti: il Municipio III, ad eccezione del presidente e portavoce grillino Cicala, sembra non essere in possesso di tali fatturazioni. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Municipio III, fatture nascoste e malori: in commissione bilancio è Cicala show

RomaToday è in caricamento