menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Montesacro celebra i suoi nidi aperti d’estate: a luglio 400 bambini in sei strutture

Rispetto al 2018 aumentati i numeri dei piccoli e delle famiglie che hanno potuto usufruire del servizio: “Tutte le domande sono state accolte”

Se l’anno scorso le strutture rimaste aperte erano state quattro con 262 bambini ospitati durante i mese di luglio, in questa estate del 2019 il Municipio III si gode l’aumento dei numeri e delle performance sul territorio. 

Municipio III: sei i nidi aperti d’estate 

Sei i nidi rimasti aperti con tutte le domande ricevute accolte: 430 i bambini e le bambine iscritte nella prima metà del mese, 380 nella seconda.

“Uno sforzo importante, dal quale siamo stati ripagati sapendo di aver fornito un valido aiuto per le famiglie del territorio" – ha commentato il presidente del Municipio III, Giovanni Caudo

L’assessora: “Importante per famiglie e bambini”

"Per ottenere questo risultato, abbiamo dovuto fare due richieste all'amministrazione capitolina” - chiarisce Claudia Pratelli, assessora alle Politiche educative e scolastiche del III Municipio.

“Inizialmente ci avevano dato risorse solo per 4 nidi. Ma con gli uffici preposti, che ringraziamo per il grande impegno, abbiamo insistito. Lo abbiamo fatto non solo per rispondere a esigenze familiari, ma anche perché consapevoli dell'importanza dei servizi educativi: gli asili nido, infatti, sono luoghi preziosi per il percorso educativo dei bambini e più sono diffusi, utilizzati e accessibili, più si promuove eguaglianza sociale. È dimostrato infatti – ha concluso l’assessora - che lo strumento più potente per contrastare le diseguaglianze sia proprio l'educazione prescolare”. 

Una pratica non abbastanza diffusa “per una carenza, in Italia e anche a Roma, di offerta pubblica oltre che – ha concluso Patelli - per il costo di accesso". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cultura

    "Ma che c'hai prescia?", cosa significa e perché si dice così

  • Sicurezza

    Come eliminare l’odore di fumo in casa

  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento