Sabato, 12 Giugno 2021
Montesacro Montesacro / Via Maiella

Movida selvaggia a Montesacro: lo storico parco trasformato in una distesa di bottiglie 

Il lascito delle notti brave nell'area verde di Città Giardino: cartoni e decine di bottiglie sparse. I residenti: "Servono più controlli"

I cartoni delle casse di birra sparsi intorno alle panchine insieme a cartacce e tappi, sul tavolino ‘fai da te’, costruito dagli avventori con un bancale e delle assi di legno, decine di bottiglie di vetro e bicchieri di plastica utilizzati e abbandonati a fine banchetto. E’ questo lo scenario che i residenti di Montesacro hanno trovato all’interno del Parco Simon Bolivar, la storica area verde del quartiere. Il lascito di una notte brava di un gruppo di giovani che già aveva attirato l’attenzione degli abitanti per “le urla e le litigate” - dicono da Città Giardino. Intorno alle sedute una sorta di discarica a cielo aperto, una distesa di vetro e plastica. Qualche busta poggiata ai piedi degli alberi. 

Notti brave al Bolivar: nel parco una distesa di bottiglie

“Sprofondando nel degrado” - il titolo dato dal Comitato di Quartiere Città Giardino a quelle immagini di assoluta noncuranze del verde, dell’ambiente e dei beni comuni. “Tante volte abbiamo chiesto sorveglianza per questo luogo naturale e storico, inascoltati. Cercasi politica che voglia fermare questa vergogna e che abbia a cuore il quartiere” - scrivono i residenti.

Una comunità che da anni si batte contro la malamovida, contro le notti brave fatte di urla, schiamazzi, clacson e musica ad alto volume, contro le eredità mattutine fatte di tetti delle automobili trasformati in tavolini, lasciati “apparecchiati” da bottiglie e bicchieri. Contro l’utilizzo del parco in questo modo. Un’area verde, dove in passato è stato addirittura vandalizzato il busto di Simon Bolivar, per la quale i residenti chiedono maggior tutela.

Il parco Bolivar è di competenza del Comune. La consigliera del Pd in Municipio III, Simona Sortino, ha proposto di chiudere la pineta al tramonto e aprirla all'alba, come avviene per le ville storiche. Un deterrente al vandalismo, ma forse una penalizzazione per chi vorrebbe poter passeggiare nel parco e godersi un po’ di verde in orario serale. “Servono più controlli” - osservano alcuni dei residenti. E all’alba delle riapertura a Città Giardino si riaccende la questione movida. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Movida selvaggia a Montesacro: lo storico parco trasformato in una distesa di bottiglie 

RomaToday è in caricamento