rotate-mobile
L'iniziativa / Talenti / Via Corrado Alvaro

Per contrastare le baby gang il municipio convoca famiglie e scuole

Roma Montesacro al lavoro con le forze dell'ordine per arginare bullismo e violenza giovanile. Il minisindaco Marchionne: "Serve comunità coesa"

Un incontro pubblico con genitori, ragazzi e ragazze, Asl, scuole e servizi sociali per “aiutarsi contro il bullismo e la violenza”. E’ l’iniziativa del Municipio III alla luce delle aggressioni che si sono verificate in particolar modo nel quartiere Talenti e che hanno coinvolto, loro malgrado, dei giovanissimi vessati da loro coetanei. Le baby gang che allarmano ragazzi stessi e famiglie. 

Il Municipio III e il contrasto alle baby gang

“C'è chi soffia sul fuoco della violenza e del disagio agitando paure e chi invece lavora in silenzio con l'aiuto delle forze dell'ordine per contrastare il fenomeno delle cosiddette baby gang che altro non cercano che la visibilità e l'emulazione” - ha scritto sui propri social il presidente del Municipio III, Paolo Marchionne, sottolineando come dai primi di febbraio non ci siano più state aggressioni. 

“Penso sia prioritario arginare il fenomeno con l'aiuto di tutti e tutte. Una comunità che insieme affronta gli episodi di violenza e insieme mette in campo le risorse a disposizione per gridare forte che non ha colpe chi riceve la violenza ma chi la attua”. Per questo Piazza Sempione ha deciso di convocare un incontro pubblico con genitori, ragazzi e ragazze, Asl, scuole e servizi sociali. Appuntamento venerdì 10 marzo dalle ore 16.30 al Fantasy Garden di via Corrado Alvaro, proprio a Talenti. 

L'iniziativa popolare

Ci saranno probabilmente anche le famiglie firmatarie della mozione di iniziativa popolare che chiede al Municipio III di monitorare e prevenire quella che definiscono “l’emergenza” della violenza giovanile. Tra le richieste messe nero su bianco la promozione di iniziative sociali con il coinvolgimento dei servizi sociali, le associazioni del terzo settore, le scuole, le parrocchie e altri soggetti del territorio “che possano fornire un contributo per un percorso di sensibilizzazione, informazione, prevenzione, di sostegno alle vittime, di contrasto alla dispersione scolastica per la ricostruzione di un tessuto sociale che offra ai giovani un’alternativa costruttiva e di crescita”. Il Roma Montesacro è già all’opera. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per contrastare le baby gang il municipio convoca famiglie e scuole

RomaToday è in caricamento