Montesacro Montesacro / Viale Jonio

Il Municipio III ricorda Mario Amato, magistrato assassinato dai NAR

Corona di fiori in viale Jonio dove il giudice subì l'agguato mortale: "Tenere vivo il ricordo per le nuove generazioni"

Cerimonia sobria e toccante quella che ieri il Municipio III e il “Comitato per la commemorazione del giudice Mario Amato”, presieduto da Franco Avallone, hanno voluto tributare alla memoria del magistrato ucciso il 23 giugno del 1980 da un esponente dei Nuclei Armati Rivoluzionari.
Amato, giunto nel ’77 a Roma col ruolo di sostituto procuratore, fu vittima dell’agguato mortale mentre attendeva l’autobus alla fermata di viale Jonio 272.

Proprio sul luogo dell’attentato ieri il Presidente del Municipio III, Paolo Marchionne, ha deposto una corona di fiori alla presenza di numerosi cittadini, esponenti delle Associazioni e delle istituzioni che hanno voluto partecipare al ricordo.

“Anche se nel 1980 non ero ancora nato – ha commentato il minisindaco - grazie ai racconti dei miei genitori so dello sgomento di quei giorni. Il ricordo d questi fatti e degli uomini come Amato, non deve mai morire affiché anche chi come me non ha vissuto quegli anni possa sapere e ricordare”.

A sottolineare l’importanza della memoria anche Rodolfo Sabelli, presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati: “Bisogna coltivare il ricordo di Amato, che sia stimolo per le nuove generazioni” – ha detto ricordando la preoccupazione del padre, anch’esso magistrato, che rivelò la notizia a casa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Municipio III ricorda Mario Amato, magistrato assassinato dai NAR

RomaToday è in caricamento