Montesacro Montesacro / Via Maiella

Vandalismo e manifesti abusivi, “mai più patrocinio all’iFest”

Il centrodestra del Municipio III condanna le affissioni della manifestazione culturale e i danni a Ponte Nomentano. Bartolomeo: "Offendono il territorio, sanzioni e ripristino stato dei luoghi"

foto "Roma fa Schifo"

Manifesti abusivi sui muri di tutto Montesacro: accanto alle serrande delle attività commerciali, fuori dalla Palestra Agnini, al mercato di viale Adriatico “ripulito di recente” e pure nei pressi di Piazza Sempione. Tutto ciò per promuovere l’iFest, la manifestazione culturale che quest’anno – giunta alla sua seconda edizione – si è tenuta dal 1 al 5 luglio nella Pineta di Ponte Nomentano.

A denunciare le affissioni illegali il centrodestra del Municipio III che ha pure voluto sottolineare alcuni atti vandalici, murales e tag, inflitti allo storico Ponte di Montesacro.

Una questione già sollevata nella scorsa seduta del parlamentino di Piazza Sempione quando i consiglieri dell'opposizione hanno presentato un ordine del giorno incidentale per chiedere il ritiro del patrocinio del Municipio III all’iniziativa. Documento bocciato dalla maggioranza “con voto negativo – sottolinea il consigliere Manuel Bartolomeo – pure del Presidente Marchionne nonostante il regolamento parli chiaro sulla decadenza del sostegno dell’istituzione in questi casi”.

“Abusivismo ed atti vandalici offendono il quartiere e il territorio. Auspico – ha detto Bartolomeo ai microfoni di RomaToday – che il prossimo anno, nel caso di riproposizione dell’evento, Piazza Sempione si guardi bene dal concedere il patrocinio. Intanto – ha concluso – occorrono sanzioni per i responsabili e il ripristino, che peserà sulle spalle dei contribuenti, di ciò che è stato danneggiato”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandalismo e manifesti abusivi, “mai più patrocinio all’iFest”

RomaToday è in caricamento