Lunedì, 14 Giugno 2021
Montesacro Montesacro / Via Monte Serrone

iFEST, bufera sulle autorizzazioni: “Manifestazione pienamente regolare”

Il Presidente del Municipio III, Paolo Marchionne, replica al NCD: "I permessi ci sono, qualche ritardo per consentire dialogo con residenti"

“La manifestazione è pienamente autorizzata” – non ha dubbi il Presidente del Municipio III, Paolo Marchionne, che replica ai consiglieri del NCD che hanno sollevato alcuni dubbi circa la regolarità dell’iFEST, il Festival della cultura e musica indipendente che ha preso il via questa sera nel parco Simon Bolivar.


Gli esponenti dell’opposizione hanno diffuso un documento amministrativo, datato 1 Luglio, nel quale gli Uffici di Piazza Sempione rispondono al vicepresidente della Commissione Trasparenza, Cristiano Bonelli, in merito all’evento: “Ad oggi la manifestazione iFEST non risulta autorizzata o patrocinata” – si legge nell’atto che specifica come l’istruttoria da parte dell’Ufficio Commercio per l’acquisizione dei pareri di competenza a seguito della richiesta presentata dall’Associazione Astra 19 per lo svolgimento della manifestazione ieri fosse ancora in corso.


Così dopo la richiesta di chiarimenti al minisindaco ecco la repentina replica. “Faremo degli accertamenti sulle autorizzazioni ma sono sicuro che le abbiano ottenute prima dell’inizio dell’evento” – spiega a RomaToday Marchionne sottolineando come qualche ritardo burocratico sia da imputare a Piazza Sempione che ha fortemente voluto instaurare un dialogo con i residenti preoccupati per le ripercussioni dell’evento sulla vivibilità del quartiere.


“Abbiamo fatto incontrare cittadini e organizzatori per cercare eventuali soluzioni alternative e impegnarci affinchè tutto vada per il meglio. Abbiamo trovato linee di gestione comune come mai si è fatto prima in questo territorio” – ha detto il minisindaco definendo questo passo una sorta di ‘patrocinio morale’.


Controlli, viabilità regolare, rispetto degli orari per la musica e la tutela del parco e dell’area ludica: questi i provvedimenti e gli accorgimenti che Piazza Sempione ha assicurato al quartiere e al Comitato dei residenti.


Impegni che comunque non riguarderanno solamente questi cinque giorni di iFEST: “E’ nostra intenzione intensificare i controlli: non solo sulle manifestazioni culturali ma anche e soprattutto sulle autorizzazioni, sulle licenze e le doppie file delle attività di somministrazione che operano tutto l’anno” – ha specificato il Presidente assicurando come Piazza Sempione, che non ha voluto far parte dell’ordinanza anti alcool, si attiverà per garantire alle zone dove la vita notturna è vivace decoro, sicurezza e legalità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

iFEST, bufera sulle autorizzazioni: “Manifestazione pienamente regolare”

RomaToday è in caricamento