MontesacroToday

Elezioni municipio III, Caudo in marcia da Jonio al Campidoglio: "No al taglio della metro B1"

Il candidato presidente contro la decisione di Raggi di sostituirla con una 'mini-metro'

Da un'ipotetica stazione 'Mosca' della linea B1 al Campidoglio. Prima camminando un chilometro e mezzo, tanto dista la fermata più vicina, fino all'attuale capolinea Jonio, poi sui treni fino al Colosseo e poi di nuovo a piedi fino a Palazzo Senatorio. Il tutto per dire no alla cancellazione del prolungamento della linea B1 tra Jonio e Bufalotta e alla sua sostituzione con un people mover a fune. Protagonista dell'iniziativa il candidato presidente del III Municipio per il centrosinistra, Giovanni Caudo.

La marcia dell'ex assessore all'Urbanistica e di una cinquantina di cittadini, è partita sotto un sole a 33 gradi alle 17 in punto. "Nel giugno 2017, senza nemmeno troppa discussione" ha spiegato Caudo "con la delibera 113, la giunta Raggi ha inserito nel Pums la trasformazione di questo prolungamento con un sistema leggero a fune, una 'mini metro' sullo stile di Perugia. Così arrivati a Jonio i cittadini saranno obbligati a scendere dalla metropolitana e prendere questo mezzo che segue un tracciato di superficie fino a Bufalotta".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per Caudo "questo progetto e questa cancellazione sono insostenibili. Questa zona ha avuto una grande espansione urbanistica nel corso degli anni merita una metropolitana che aspetta da anni. Chi fa queste strade sa quanto la Nomentana e la Salaria siano intasate. Quindi serve una metropolitana con parcheggi di scambio all'altezza del Gra per mettere in sicurezza tutta l'area. Dobbiamo ripensare a questa decisione della giunta Raggi. Il prolungamento, tra l'altro, non prevede cementificazioni e costa 500 milioni che potrebbero essere a carico del Cipe. Mentre il sistema a fune, se è vero che costa di meno in fase realizzativa, costa molto di più per la manutenzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

  • Coronavirus Roma, studenti positivi a Nuovo Salario e Acilia. Sanificato plesso a Tor de' Schiavi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento