rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Montesacro Talenti / Via della Cecchina, 30

Scuole vessate dai furti, il Municipio III dichiara guerra ai ladri

Dal Montesacro la richiesta di cambiare un sistema di sorveglianza troppo complesso e inefficace. Corbucci: "Coglieremo questa feccia che viola luoghi dei nostri bambini in flagrante"

Secondo furto in 48 ore per il nido Cecchina di Talenti dove questa notte ignoti si sono introdotti sottraendo materiale didattico e cibo dalla mensa. Un episodio che è solo l'ultimo in ordine temporale di una lunga scia di razzie che da mesi vessano le scuole del Municipio III creando disagi a personale e famiglie e costringendo l'Amministrazione a dover intaccare le casse pubbliche, già in sofferenza, per i necessari interventi di riparazione. 

Così il Montesacro dichiara guerra ai protagonisti di tali odiose azioni: "Questa feccia che viola i luoghi dove i nostri bambini giocano ed imparano, rubando il loro cibo, profanando i loro giochi, provocando danni alle nostre scuole, deve sapere che questa amministrazione passerà ogni ora della propria giornata per costruire un sistema operativo di sorveglianza ed intervento che sia in grado di coglierli in flagranza di reato" - ha dichiarato Riccardo Corbucci, assessore alle politiche scolastiche e di bilancio del III Municipio. 

Da cambiare - non solo i singoli allarmi presenti negli istituti - ma l'intero sistema di cui il Comune si avvale giudicato obsoleto, inadeguato e totalmente inefficace. Infatti l'attuale sistema di sorveglianza non consente un pronto intervento delle forze dell'ordine: il segnale dell'avvenuta infrazione arriva via fax al comando dei vigili urbani, che poi dovrebbe a sua volta avvertire le forze di pubblica sicurezza. 

Insomma un metodo davvero troppo complesso, inefficiente e che spesso si rivela vano.  "In questo modo i municipi sono inermi e sono costretti soltanto ad intervenire per riparare i danni dei furti, con un dispendio di risorse pubbliche inaccettabile" - ha detto Corbucci ricordando come l'Ufficio Tecnico di Piazza Sempione, dopo il primo furto, avesse subito riparato vetri e finestre. Tempi più lunghi, già previsti invece nonostante la disponibilità del Dipartimento SIMU, per il ripristino dell'allarme. 

La tematica - come già annunciato - sarà riproposta al tavolo della sicurezza: "Pare assurdo infatti che in due anni e mezzo l'unico arresto compiuto dalle forze dell'ordine per questo tipo di reato nel nostro territorio, sia stato quello messo a segno dai consiglieri del PD Yuri Bugli e Marzia Maccaroni, insieme con l'allora assessore Pierluigi Sernaglia, che fermarono un ladro presso l'Istituto comprensivo di viale Adriatico". 

"La difesa di un bene pubblico come la scuola non può essere considerato un problema di secondaria importanza e - conclude Corbucci - deve investire tutti: dal dipartimento SIMU del Comune di Roma, ai vigili urbani, alle forze di pubblica sicurezza fino ai municipi, che oggi sono gli unici a fare la propria parte, quella cioè di dover pagare i danni prodotti da questi ignobili crimini".
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuole vessate dai furti, il Municipio III dichiara guerra ai ladri

RomaToday è in caricamento