Montesacro Settebagni / Via Salaria, 1399

Lo storico chiosco sarà demolito: sparisce il negozio di fiori di Fabiana

Il chiosco, li da 40 anni, è risultato non più conforme: Fabiana lascia il negozio di fiori preso in affitto nel 2011 e il quartiere la sommerge di affetto. Lei: "Sono incredula, non posso ancora credere che me l'abbiano tolto"

Ha portato via tutti i fiori e le piante curate con amore e disposte in bella mostra, poi ha chiuso la porta e salutato per sempre quello che per dieci anni è stato il suo chiosco di fiori. La struttura, li da 40 anni, è risultata non più conforme e dovrà essere abbattuta. Le ruspe la demoliranno già domani. A Settebagni sparisce così il negozio di fiori di Fabiana Pietroletti: da quando, nel 2011, lo ha preso in affitto, Fabiana “la fioraia” è diventata un vero e proprio punto di riferimento per tutto il quartiere. 

Settebagni, il chiosco dei fiori deve essere demolito

“Vendo fiori da 26 anni, prima ero tra i fiorai del Cimitero di Prima Porta. Un incidente ha cambiato la mia vita, le prospettive: così ho deciso di prendere un chiosco tutto mio. E’ capitata l’occasione a Settebagni e l’ho colta”. Un amore a prima vista con Settebagni così simile alla borgata d’origine di Fabiana, Labaro. “Ho trovato un quartiere dall’animo buono, pulito, pieno di amore verso noi piccoli commercianti”. Tutto ricambiato. Tantissimi i residenti della zona che, saputo dell’imminente demolizione del chiosco di fiori, hanno voluto salutare Fabiana e dimostrarle solidarietà. 

Fabiana, la fioraia di Settebagni resta senza chiosco

“So di essere molto amata nel quartiere, ma quello che ho vissuto in questi giorni è indescrivibile, Sono sommersa di messaggi di solidarietà. Mi ha colpito la spontaneità”. Un legame forte quello di Fabiana con Settebagni, tanti gli aneddoti “come quando mi sono catapultata giù dal letto perchè un ragazzo voleva che consegnassi delle rose rosse alla sua fidanzata” o “la volta che ho impedito ad un giovanissimo di spendere tantissimi soldi per mille rose, l’ho convinto che anche cento sarebbero state apprezzate”. Così è stato. “In tutti questi anni non c’è persona che non si sia fermata a parlare con me o che dall’auto non mi abbia salutata passando davanti al chiosco, ancora non posso credere che me l’abbiano tolto”. 

Ma quale il futuro di Fabiana? “Ho mio marito invalido a causa di un incidente avuto nove anni fa, prende una pensione minima di 280 euro. Ancora non abbiamo ricevuto alcun risarcimento. Quindi dovrò rimboccarmi le maniche ma al momento sono molto scossa, disperata e incredula”. Fabiana, la fioraia di Settebagni, non si perde comunque d’animo: “Tantissimi, anche colleghi, stanno cercando di aiutarmi. Sono molto confusa, ho bisogno di tempo per riflettere. Voglio solo dire grazie a tutti”. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo storico chiosco sarà demolito: sparisce il negozio di fiori di Fabiana

RomaToday è in caricamento