Serpentara-Fidene Fidene / Via Salaria, 981

La Salaria nell'inferno dei miasmi: ''Raggi, vieni a vivere a Fidene''

Petizione online per la chiusura del TMB Salario

Il quadrante di Fidene e Villa Spada ancora nella morsa dei miasmi provenienti dal TMB Salario. Finestre serrate, nasi turati, notti insonni e giorni di esasperazione: così è trascorsa per gli abitanti di quelle zone l'ennesima estate da reclusi in casa. Non sono mancati poi casi di nausea, emicranie e fastidi vari tra cui occhi arrossati e vie respiratorie infiammate. 

TMB Salario: l'inferno di Villa Spada e Fidene

Un vero e proprio inferno. Miasmi che dal 2011 non hanno mai abbandonato l'area della Salaria con la stagione estiva ad acuire la problematica. Fetore ancor più forte in seguito ai lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria in corso in questi giorni nell'impianto. "Interventi atti a proteggere i lavoratori e preservare la cittadinanza dai miasmi" - hanno fatto sapere da Piazza Sempione sottolineando come tali operazioni serviranno a "prevenire il disagio"

La corsa sulla differenziata

Prevenire, pure con un bel po' di ritardo, non eliminare. Per quello bisognerà attendere la chiusura del TMB prevista entro il 2019 ma solo, sono stati chiari Campidoglio e Municipio, se cresce la raccolta differenziata. Dal 44,2% bisognerebbe passare al 70%: un bel salto per una città ancorata a strutture obsolete e scarsità di risorse. 

TMB Salario: la petizione degli abitanti di Villa Spada e Fidene

Così, tra un reclamo e una segnalazione, cresce la rabbia. "La situazione del TMB Ama Salario è grottesca, ai limiti dell'assurdo, da paese del quinto mondo. Invece siamo a Roma, la Capitale Italiana, a.d. 2017, 'regnante' il Sindaco di un movimento che indica in una delle simboliche '5 Stelle' proprio l'Ambiente" - scrivono alcuni residenti che sulla questione hanno intrapreso la strada della petizione online. 

TMB Salario: in 40mila ostaggio dei miasmi

Obiettivo: chiedere la chiusura immediata del TMB. Non nel 2019, subito. "40.000 cittadini sono ancora ostaggio dei miasmi infernali provenienti dal TMB Ama Salaria che peggiorano di giorno in giorno, con in mano la misera promessa di una chimerica chiusura dell'impianto nel 2019, ma vincolata al raggiungimento di un livello di raccolta differenziata che tutti sanno impossibile".

L'invito alla Sindaca: "Venga a vivere a Fidene"

"Ancora una volta diciamo basta" - è scritto nel testo della petizione diretta alla Sindaca destinataria anche di un invito. "La Raggi venga a vivere oggi stesso a Fidene o abbia il coraggio se non la decenza di chiudere immediatamente il TMB Ama Salario". Poi il monito ad Asl e Procura "a fare il proprio mestiere". 

"Basta vita impossibile e danni alla salute dei residenti del III municipio" - dicono esasperati gli abitanti che chiedono aiuto per le loro azioni di protesta anche a chi non abita in quelle zone. "Non auguriamo a nessuno di vivere quotidianamente con questa puzza". A Fidene e Villa Spada cortei, manifestazioni e blocchi stradali sono ancora una volta all'orizzonte. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Salaria nell'inferno dei miasmi: ''Raggi, vieni a vivere a Fidene''

RomaToday è in caricamento