menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

TMB Salario, tutti contro Montanari: "Nessun miglioramento, residenti esasperati"

Dopo la contestazione di alcuni residenti all'assessora Montanari in sopralluogo all'impianto Ama, la critica di Fratelli d'Italia: "Differenziata flop, preoccupati per tempi chiusura TMB"

"In questo momento non mi sembra che la puzza sia aumentata. Mi sembra che sia una situazione abbastanza nella normalità" - così ha detto l'assessora all'Ambiente di Roma Capitale, Pinuccia Montanari, a margine del sopralluogo al TMB Salario

Ad attenderla sulla consolare romana, armati cartelli e un grosso striscione "No TMB, no puzza", alcuni residenti ed esponenti dei Comitati di Quartiere che dal 2011 si battono contro i miasmi dell'impianto Ama che, con le vasche piene e le temperature di un'estate alle porte, diventano ancora più insopportabili. 

"Questa visita è stata una farsa, venga senza preavviso nei quartieri a sentire cosa siamo costretti a subire ogni giorno" - la replica dei furibondi abitanti di Villa Spada e Fidene che hanno duramente contestato l'assessora. 

Ad inserirsi a gamba tesa nella polemica tra Campidoglio e territorio anche Fratelli d'Italia, insieme ad altri esponenti politici locali, grillini compresi, presenti al grande corteo che qualche settimana fa si è snodato dal cuore di Fidene a quello di Villa Spada per chiedere la chiusura del TMB. 

"Secondo la Montanari ci sarebbero dei 'miglioramenti' e fa sorridere che l'ipotetica chiusura del TMB in questione sarebbe possibile, per i 5 Stelle, 'se la differenziata rispetterà gli standard indicati nel piano'. E visto il flop della raccolta, che negli ultimi 4 anni è aumentata di soli 4 punti percentuali, ci preoccupano i tempi di chiusura dell'impianto" - hanno scritto in una nota il capogruppo di Fdi in Campidiglio Fabrizio Ghera, il dirigente romano Francesco Filini e i consiglieri del III Municipio Emiliano Bono, Giordana Petrella e Vincenzo Di Giamberardino. 

"Anche sui rifiuti è tangibile il fallimento grillino, i residenti del Salario sono esausti pertanto ci chiediamo: quanti sopralluoghi devono ancora fare il sindaco e l'assessore per capire che l'impianto al Salario va chiuso?" - la domanda rivolta al Campidoglio. E non solo da parte di Fratelli d'Italia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento