MontesacroToday

A bando il punto ristoro di Largo Labia: il "Social Bar" che non ha mai aperto

Online il bando per l'assegnazione del manufatto nel Parco delle Sabine: un anno fa devastato dai vandali

Il punto ristoro dei giardini di Largo Labia va a bando. A tre anni dalla prima inaugurazione, seguita solo da abbandono e incuria, e a uno dal taglio del nastro da parte dell'ex giunta pentastellata che ha restituito l'area verde al territorio, il manufatto nel  cuore di una delle porte del Parco delle Sabine è dunque pronto per essere affidato. 

Abbandono e vandalismo a Largo Labia

Un percorso verso l'assegnazione della concessione che per quel casottino tra i quartieri Fidene e Serpentara è stato un vero e proprio calvario: prima lo stop del bando per controlli  e verifiche conseguenti al caso di "Mafia Capitale", poi la chiusura e gli atti vandalici che nel dicembre scorso lo hanno totalmente devastato. 

Vetri in frantumi, lavandini divelti, telecamere distrutte e muri buttati giù come condizionatori e pannelli fotovoltaici. Un raid da migliaia di euro di danni. 

Vetri in frantumi e lavandini divelti: nuova devastazione a Largo Labia

Bando per l'assegnazione del punto ristoro

Ma a otto mesi da quella notte folle il punto ristoro di Largo Labia, 134 metri quadri con 200 metri quadri di occupazione di suolo pubblico, inizialmente pensato come Social Bar, è pronto per essere assegnato. 

Pubblicato il bando che prevede l’assegnazione in concessione d’uso, a titolo oneroso, dell’immobile all’interno del Parco delle Sabine. Una gara riservata a micro e piccole imprese, imprese artigiane, cooperative, lavoratori autonomi con partita iva. Sei anni, con possibilità di rinnovo di uguale durata, il contratto di concessione.

Per presentare la domanda c'è tempo fino alle 12 del 15 ottobre 2018. Un punto ristoro che potrebbe diventare polo di aggregazione per la zona oltre che un valido presidio contro abbandono e vandalismo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento