MontesacroToday

Scuola elementare Torricella Nord: sedie e banchi sono firmati Ikea

A pochi giorni dall'inizio della scuola l'istituto era sprovvisto degli arredi. L'azienda svedese è stata l'unica in grado di risolvere l'emergenza. Palumbo-Corbucci: "Bonelli usa emergenza per bypassare gare d'appalto"

Questa mattina è suonata la prima campanella dell'anno per gran parte degli alunni della Capitale. Quelli della scuola elementare Torricella Nord, nel quartiere Montesacro, al rientro hanno trovato una sorpresa: i banchi sono bianchi, le sedie bianche o rosse e i mobili sono firmati Ikea.

A pochi giorni dall'inizio della scuola l'istituto era sprovvisto di 50 banchi, 50 sedie e due cattedre. "Abbiamo cercato di reperire dei mobili usati - spiega il presidente del IV Municipio, Cristiano Bonelli - ma non li abbiamo trovati. Così per evitare di lasciare i bimbi in piedi il primo giorno di scuola abbiamo contattato alcuni privati, ma nessuno di loro riusciva a farci avere i mobili mancanti in tempo".

L'unica azienda in grado di riuscire nell'ardua impresa è stata l'Ikea. Sabato mattina i banchi, le sedie e le cattedre mancanti erano già assemblate e al loro posto. "Si tratta di una sistemazione provvesoria - conclude il presidente Bonelli - I veri mobili da scuola arriveranno al più presto".

Marco Palumbo, consigliere provinciale Pd del XXI collegio e Riccardo Corbucci, vicepresidente del Consiglio del IV municipio, così commentano la vicenda: "Preoccupa la notizia dell'acquisto last minute, da parte del IV Municipio, di tavoli e sedie marcate Ikea per le aule della scuola elementare Torricella Nord. Ci sembra, infatti che il presidente del IV Municipio e l'assessore alla Scuola abbiano usato la scusa dell'emergenza del Presidente del IV Municipio e dell'assessore alla Scuola per bypassare le regole sugli appalti pubblici".

"E' assurdo - continuano - che Bonelli e Filini si accorgano soltanto a pochi giorni dall'avvio delle scuole che mancano banchi e sedie per i bambini, decidendo perciò di fare una sorta di spot con Ikea utilizzando soldi pubblici e senza procedere ad alcuna gara d'appalto pubblica. Purtroppo - sottolineano - l'utilizzo dell'emergenza come escamotage per non rispettare le regole è qualcosa che abbiamo già conosciuto con gli scandali sui grandi appalti relativi ai grandi eventi".

"Sul tema scuola - proseguono i consiglieri - lanciamo però un altro appello al presidente del IV Municipio, a quanto pare poco attento a garantire un'adeguata riapertura delle scuole, nonostante i rincari previsti dal Comune per le mense scolastiche. Esiste un problema sicurezza, ad esempio, in via Salita di Castel Giubileo, recentemente riasfaltata grazie ad una mozione dell'opposizione, ma dove manca ancora completamente la segnaletica orizzontale, come strisce pedonali e stop. Proprio davanti alla scuola, proprio nel giorno della riapertura - conclude la nota dei consiglieri del Pd".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento