rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Serpentara-Fidene Castel Giubileo / Via Camerata Picena

Piano di zona Castel Giubileo, anziana rischia lo sfratto per due mensilità non pagate: i sindacati fanno muro

Rimasta sola dopo la morte della figlia, l'87enne adesso potrebbe ritrovarsi per strada. Asia Usb pronta a difenderne i diritti con un picchetto anti-sfratto

Una morosità maturata nel 2019 dopo essere rimasta sola a causa della morte della figlia e lo spettro dello sfratto che si fa sempre più concreto. Protagonista, suo malgrado, di questa storia è Rossana, 87 anni, inquilina di un alloggio in via Camerata Picena nel piano di zona Castel Giubileo, Municipio III. 

Giovedì 20 gennaio tornerà a bussare alla sua porta l'ufficiale giudiziario, dopo due anni di sospensione grazie al decreto del 2020 che tutelava, causa pandemia, gli inquilini raggiunti da un'ordinanza per aver smesso di pagare il canone. Rossana non ha corrisposto due mensilità, poi ha ripreso a pagare impegnandosi a recuperare il pregresso, ma non è servito a nulla. Asia Usb non ci sta e promette battaglia. "Gli alloggi di Castel Giubileo sono frutto di un intervento pubblico - fa sapere il sindacato romano - in quanto insistenti nel primo piano di zona della Capiitale. L'immobiliare subentrata nella gestione, però, li tratta alla stregua di alloggi privati". 

Ciò ha comportato un aumento degli affitti, oltre il tetto stabilito dalla convenzione stipulata tra il comune e la società costruttrice "la quale stabiliva l'applicazione dell'equo canone" ricorda Asia. A Castel Giubileo il canone dovrebbe essere di circa 120 euro al mese, la signora - e non solo lei - ne paga 560. "A nulla sono valse finora le segnalazioni e le denunce di questo sindacato e del legale della signora, l'avvocato Vincenzo Perticaro - prosegue il sindacato -, congiuntamente alle richieste a comune e regione di vigilare sul rispetto delle convenzioni e di intervenire, laddove sia necessario, a tutela delle fasce più deboli della città".

Da quanto racconta il sindacato, all'anziana signora è stata rifiutata in passato ogni possibilità di mediazione. "Il meccanismo degli sfratti e degli sgomberi si è rimesso in moto a pieno regime - denuncia Asia Usb - ed il rischio di esecuzione è concreto. Alla sua età e nelle sue condizioni reddituali e di salute, la prospettiva, potenzialmente letale, di essere sbattuta fuori con l’uso della forza pubblica è da rispedire al mittente". 

Il piano di zona Castel Giubileo è il più antico di Roma. La sua realizzazione è dell'inizio degli anni '80, con la società Big 1981 che stipulò la convenzione con il comune, per poi cedere negli anni '90 alla Fondiaria Sai spa di Salvatore Ligresi, che a sua volta nel 2011 ha ceduto i lotti alla società Immobiliare Castel Giubileo. Le modalità di locazione del piano di zona dovrebbero essere regolate dalla convenzione firmata il 20 dicembre 1983, ma come denunciavano gli inquilini a RomaToday nel 2017 "nessuno controlla che questo accada". 

La grande truffa dei Piani di zona

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano di zona Castel Giubileo, anziana rischia lo sfratto per due mensilità non pagate: i sindacati fanno muro

RomaToday è in caricamento