menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il TMB Salario fuma ancora: per gli studenti di Roma Nord "niente attività all'aperto"

Dal Dipartimento del Comune la nota con le indicazioni precazuinali per le scuole dei Municipi III e XV

Il TMB Salario, l'impianto per il trattamento dei rifiuti di Roma distrutto dalle fiamme nella notte tra lunedì e martedì, fuma ancora: nonostante il rogo sia stato domato dopo ore di lavoro incessante da parte dei Vigili del Fuoco, dallo stabilimento Ama fuoriesce tuttora una coltre nera, densa e acre. 

Il TMB Salario fuma ancora

 Lo strascico della spaventosa nube che ieri ha invaso il cielo della Capitale propagandosi a chilometri di distanza. Un'ombra scura sui tetti di Roma che ha allarmato i cittadini costretti a serrare le finestre di case e uffici. 

Nube nera dal TMB Salario: "Nessuna emergenza"

"La Asl ha fatto le sue verifiche e non ci sono emergenze, quindi non ci sarà alcuna ordinanza sanitaria. Inoltre, Arpa Lazio ha monitorato le centraline e il sistema è sotto monitoraggio: non ci sono emergenze" - ha detto ieri il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa, rassicurando i romani sulla nube del TMB Salario. 

Per ragioni precauzionali, in attesa dei dati delle misurazioni dell'aria da parte di Asl e Arpa Lazio, anche il Campidoglio ha raccomandato di chiudere le finestre, laddove si percepisce odore, di evitare attività all'aria aperta o di consumare prodotti colti nell'area circostante l'incendio. 

Tmb Salario, l'esperto: "Anziani, bambini e asmatici le categorie a rischio per i fumi"

La nota per le scuole dei Municipi III e XV: "Evitare attività all'aperto" 

Il quadrante direttamente più interessato quello di Roma nord: oltre al Municipio III, dove sorge il TMB Salario, anche il confinante XV. 

Da qui la nota del Comune, per il tramite del Dipartimento dei Servizi Educativi e Scolastici, al Terzo e al Quindicesimo chiamati a diramare una circolare a tutti i servizi educativi e le scuole del territorio per informare che, si legge nel documento firmato dalla Dott.ssa Luisa Massimiani, "sebbene le rilevazioni effettuate finora non evidenzino presenza di sostanze tossiche aeree, in via precauzionale, è sconsigliata ogni attività che comporti la permanenza dei bambini e degli studenti nelle aree all'aperto fino alla fine della settimana in corso". 

Dunque per gli studenti di Roma Nord e del Montesacro niente educazione fisica negli spazi esterni della scuola e ricreazione in classe. Fino a quando la nube nera del TMB Salario e il suo odore acre non saranno scomparsi. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento