rotate-mobile
Serpentara-Fidene Valmelaina / Via Suvereto

Avvisi, ronde e Vigilantes privati: sicurezza ‘fai da te’dal Valli al Nuovo Salario

Scia di furti nei quartieri del Municipio III, i residenti si organizzano tra “sentinelle civiche” e cartelli contro i ladri. Bonelli-De Napoli: “La misura è colma”

Dalle sentinelle civiche ipotizzate per le strade di Settebagni alle “ronde” in vie e piazze del Valli, senza dimenticare l’idea dei residenti di autotassarsi per assumere dei Vigilantes a Prati Fiscali e Conca d’Oro dove evidentemente le chat di WhatsApp contro l’illegalità dilagante, che hanno preso piede in molte altre zone di Roma, non vengono reputate sufficientemente efficienti.

Così anche nel Municipio III la sicurezza sembra essere ‘fai da te’. L’ultima trovata, quella più tradizionale che mai, al Nuovo Salario dove in vari condomini sono stati affissi dei cartelli per richiamare i vicini a comportamenti diligenti e prudenti per arginare i furti che da tempo vessano il quartiere.
Nel mirino degli abitanti i nomadi: “Durante l’ora di pranzo c’erano zingari che controllavano le porte sui pianerottoli. Per la sicurezza di tutti facciamo in modo che portoni e il cancello vengano chiusi” – recita uno degli avvisi.

Nello stabile in questione la scorsa settimana alcuni condomini hanno scoperto ed allontanato con urla e lancio di oggetti dalle finestre ladri  - “probabilmente nomadi”, fanno sapere - che stavano forzando le inferriate di un appartamento svaligiato appena due mesi prima .

“Sono decine le segnalazioni che riceviamo in riferimento a furti nelle abitazioni, nei garage, nelle auto parcheggiate. La situazione è arrivata al limite, a tal punto da costringere i residenti ad attuare quelle comunicazioni” – tuonano i consiglieri del NCD in Municipio III, Cristiano Bonelli e Jessica De Napoli.

“Uno dei motivi, che da tempo allarmano maggiormente i cittadini, è la massiccia presenza di insediamenti abusivi fuori controllo, segnalati, denunciati e visitati in prima persona settimanalmente dai sottoscritti” – proseguono i due ricordando come meno di un anno fa sia stata chiesta e ottenuta un’audizione al Prefetto di Roma al quale nell’occasione è stato presentato un dossier/denuncia supportato da centinaia di firme dei residenti.

“Siamo arrivati oramai ad un punto di non ritorno – incalzano - la ‘tolleranza’ utilizzata dal Comune e dal Municipio ha dato i suoi frutti: negativi!”.
Una situazione, quella descritta, allarmante con gli abitanti ad organizzarsi per presidiare i quartieri di appartenenza e ad attendere risposte concrete dalle istituzioni.

“Riteniamo sia arrivato il momento di pretendere risposte immediate sul fronte sicurezza e – chiosano Bonelli e De Napoli - i primi a doverle dare sono i nostri amministratori”.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avvisi, ronde e Vigilantes privati: sicurezza ‘fai da te’dal Valli al Nuovo Salario

RomaToday è in caricamento