MontesacroToday

Valli-Nomentano, lettore: "Degrado insostenibile in via Val Trompia"

Cassonetti strapieni, strade sporche,parchi nel degrado, deiezioni canine: il desolante panorama di Val Trompia e limitrofe, segnalato da una lettrice

Decine di segnalazioni, telefonate al numero verde di Ama, telefonate all'ufficio Relazioni con il Pubblico del Dipartimento Tutela Ambientale, segnalazioni al Municipio. E nessuno, ad oggi, sembra aver tenuto in considerazione la necessità di intervenire per risolvere la situazione di degrado in via Val Trompia e vie limitrofe. La lettrice che ci scrive si dice stufa di vivere in un quartiere sporco e sempre più degradato: "E' davvero assurdo non riuscire a far valere neanche i propri diritti minimi", ci scrive. 

Via Val Tr.-2Il panorama che offrono ormai da tempo via Val Trompia, via Val D'Ossola, via Valle Borbera e altre vie dell'area compresa fra in quartiere Valli e la Nomentana, è desolante. Cassonetti mai svuotati, degrado nelle aree verdi, fogliame mai raccolto e ammassato lungo i marciapiedi, deiezioni canine per le strade, strade che non vengono pulite da mesi. Riportiamo di seguito la segnalazione della cittadina.

PARCO VIA VAL TROMPIA. "La pulizia del parco a ridosso dell’Aniene ( lungo Via Val Trompia ) è sempre molto, molto sommaria. Le foglie stazionano in alti mucchi per diversi giorni, le deiezioni canine sono ovunque così come cartacce, bottiglie vuote –a volte rotte- e sacchetti di plastica. Soprattutto i bordi della pista ciclabile sembra non vengano proprio presi in considerazione. Le aree intorno ai cestini dei rifiuti sono spesso sporche,  sebbene i cestini stessi siano svuotati più volte la settimana. Inoltre i proprietari dei cani non hanno quasi mai con sè i sacchetti atti alla raccolta delle deiezioni canine e, anche quando li hanno, evidentemente non li usano, a discapito degli incauti passanti.

Parco adiacente Val Trompia-2STRADE SPORCHE. Purtroppo, però, il degrado non riguarda solo il parco suddetto, ma tutto il quartiere è in uno stato a dir poco indecente: le strade non vengono pulite da mesi ( ho fatto diverse segnalazioni al numero verde AMA per sollecitare almeno la pulizia di Via Val Trompia e Via Valle Borbera, ma a tutt’oggi sono state ignorate. Foglie secche e rifiuti di vario genere (pacchetti e mozziconi di sigarette, bottiglie e sacchetti di plastica, residui dei botti di Capodanno, cartacce etc. etc. ) rendono scandalosi i bordi dei marciapiedi, tanto che scendendo dalla macchina bisogna stare attentissimi a dove si mettono i piedi per non affondare nella melma che si crea, soprattutto, dopo la pioggia.
 
CASSONETTI. Le aree intorno ai cassonetti ( benché questi vengano svuotati con regolarità ) sono frequentemente lerce, tant’è che per gettare plastica, vetro e carta bisogna letteralmente scavalcare i mucchi di rifiuti. La situazione è comune a tutte le strade del quartiere e a tutte le aree intorno ai cassonetti. L’unica via che viene pulita giornalmente, anche se in maniera poco accurata, è Via Val D’Ossola dove si svolge il mercatino rionale. Proprio lì sono stati lasciati alcuni cassonetti dell’indifferenziata che, ovviamente, sono sempre colmi a dismisura perché i cittadini non sono stati sensibilizzati in alcun modo ad effettuare la differenziata ( che spesso vivono come un’imposizione), né vengono multati se non la effettuano. Qualche giorno fa, passando accanto ad uno di suddetti cassonetti, ho visto un grosso topo spiaccicato sull’asfalto. Penso siate d’accordo con me nel ritenere assurdo vivere in un degrado degno di un Paese del quarto mondo, anche perché la Tarsu che ci viene inflitta ( sì, visto lo stato delle cose direi “inflitta” ) è sproporzionata rispetto al servizio ricevuto in cambio. Il fatto, infine, che una diffusa inciviltà sia in parte la causa di tutto quanto sopra descritto è indubbio, ma credo stia a chi di competenza eradicare comportamenti sbagliati con tutti i mezzi possibili, cosi che s’impari ad avere cura della cosa pubblica come nei “Paesi civili” che tanto si ammirano quando ci si va in vacanza e dove l’ordine e pulizia sono rispettati anche da chi, nel proprio Paese, sporca e degrada perché laddove c’è ordine e pulizia si è molto più restii a insozzare".

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento