Conca d'oro Montesacro / Via Conca d'Oro

"Puliamo il mondo" al Parco delle Valli: per vederlo pulito devi fare da te

Cittadini del quartiere Valli e non solo, armati di guanti e rastrelli, hanno pulito il parco in occasione dell'inziativa promossa da Legambiente

Una mattinata all’insegna della pulizia: è così che molti cittadini del quartiere Conca D’Oro e non solo hanno deciso di trascorrere lo scorso sabato 17 Settembre al Parco delle Valli.
Armati di rastrelli e guanti, in poche ore i volontari che hanno aderito all’iniziativa organizzata da Legambiente hanno restituito un aspetto più decoroso al Parco.

sacchi-2All’iniziativa hanno preso parte anche gli Amici del Parco delle Valli, l’associazione Prometeo Ricerca, le Guardie Ambientali Ecologiche e Romano Amatiello de La Destra.
Nei numerosi sacchi di immondizia riempiti saltava all’occhio di tutto: da scarpe a bottiglie, dalla tavoletta di un water al motore di una macchina. “Abbiamo ritrovato anche due coltelli che abbiamo subito segnalato e consegnato alle autorità competenti”, spiegano Giuseppe Fernandez, Presidente del Gaev, e Romano Amatiello.
Del Municipio non è venuto nessuno, neanche l’assessore Filini che per mesi ha parlato di una petizione per la recinzione del parco. Assente anche RomaNatura, nonostante gli inviti a partecipare siano stati fatti”, fa sapere Annamaria Romani, Presidente di Legambiente Circolo Aniene.

Sebbene l’iniziativa abbia restituito un po’ di decoro al parco, rimangono però le problematiche di cui dovrebbe occuparsi l’amministrazione: ad esempio gli irrigatori, che dovrebbero fungere da abbatti polvere e antincendio, non sono ancora funzionanti. Risultato: buona parte del parco è arida, tanto che i frequentatori del parco si sono armati di buona volontà, acquistando dei tubi da collegare alle fontanelle delle aree cani per innaffiare la terra.
striscione-2Poi c’è l’area cani di Val D’Ala: “Sedie, tavolino, cestino, rastrelli li abbiamo portati noi”, spiega Romano Amatiello, che continua: “abbiamo addirittura messo una pianta, e poi i sassi sotto alla recinzione, che in alcuni punti è troppo alta e i cani ci passano sotto. Sembra che l’amministrazione abbia intenzione di portare qualche panchina e un gazebo,e sono già venuti a fare un sopralluogo. Ma qui siamo come san Tommaso: fino a che non le vediamo non ci crediamo”.
C'è anche il problema sicurezza nel parco: ad oggi un’ambulanza non ha la possibilità di entrarci perché nessun accesso è stato fatto passo carrabile, e ci sono quindi macchine parcheggiate davanti ad ogni ingresso.
 Infine il semaforo pedonale all’incrocio con via Valle Vermiglio: il sopralluogo per installarlo è stato fatto, ma per adesso del semaforo non c’è traccia.


I residenti aspettano dunque l’interessamento delle Istituzioni per un’area verde che, se trascurata, continuerà ad essere preda di degrado, vandalismo ed insediamenti abusivi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Puliamo il mondo" al Parco delle Valli: per vederlo pulito devi fare da te

RomaToday è in caricamento