rotate-mobile
Conca d'oro Tufello / Viale Jonio

Metro Jonio, accampamento sul tetto della stazione

Dall'11 aprile è sorto sul tetto dello scalo un piccolo accampamento di persone già segnalate alle autorità competenti

Un piccolo accampamento di fortuna è sorto sul tetto della fermata della metro B1 Jonio, con persone che vivono lì in evidente situazione di disagio. A denunciare il fatto è la consigliera del Movimento 5 Stelle del municipio Roma III Marina Battisti che spiega come la prima segnalazione risalga all’11 aprile.

“Di questa situazione sono stata messa al corrente dalla cittadinanza che ringrazio per l'attenzione e l'umanità con la quale si è preoccupata di questo fenomeno – spiega in una nota la consigliera - come è normale che sia, ho reso nota la questione all'assessora alle politiche sociali Maria Romano la quale mi ha assicurato l'interesse degli assistenti sociali”.

Accampamento metro Jonio in espansione

A distanza di qualche settimana, però, l’accampamento è ancora presente e, da quanto racconta la Battisti, si sta anche espandendo. “Dalle evidenze in mio possesso, posso assicurare che questo “alloggiamento di fortuna” è ancora in essere, e di conseguenza dobbiamo fare tutti uno sforzo maggiore al fine di aiutare queste persone a ripristinare lo stato dei luoghi, sia per una questione di dignità umana – continua la Battisti - sia per una questione di decoro e sicurezza sociale in quanto si è già verificato un problema di ordine pubblico tra le persone accampate ed i commercianti della zona”.

Accampamento metro Jonio, le difficoltà dell'intervento

Contattata da RomaToday, l’assessora Maria Romano ha spiegato le criticità di questa situazione. “Non possiamo andare semplicemente lì e prendere queste persone, non sono dei pacchi – afferma la Romano – è un qualcosa che non può fare neanche la polizia. Quello che noi possiamo fare e che ho già fatto è comunicare alla Sos di Roma Capitale, la Sala operativa sociale, di mandare un’unità di strada per verificare chi siano queste persone ed offrire loro un posto in un centro di accoglienza”. 

Nel corso delle ultime settimane non è stato facile comunicare con gli attendati, spesso non presenti all’interno dell’accampamento. Inoltre, non è neanche possibile prendere le tende e toglierle perché, anche in questo caso, servirebbe attuare specifiche procedure.“Spesso – riprende l’assessora Romano - non si capisce che anche quando si offre a queste persone un posto in un centro d’accoglienza queste non lo accettano. Non si possono caricare e portare via di peso. È tutta una questione di instaurare fiducia con queste persone e trovare una soluzione. Chiamerò di nuovo la polizia locale e il nucleo anti emarginazione ma invito anche tutti i cittadini a fare una segnalazione al Sos”. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metro Jonio, accampamento sul tetto della stazione

RomaToday è in caricamento