rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Montesacro Montesacro / Piazzale Adriatico

Montesacro piange il partigiano Claudio Cianca

Morto a 102 anni, fu storico protagonista della Resistenza, consigliere comunale e Deputato del PCI. Marchionne: "Non disperderemo esempio e ideali democratici e antifascisti"

Si è spento a 102 anni il partigiano Claudio Cianca, storico protagonista della Resistenza.
L’uomo – come ricorda l’ANPI -, nato a Roma il 4 settembre del 1913, era un attivo antifascista: insieme al padre Renato e Leonardo Bucciglioni nel giugno del 1933 aveva fatto esplodere una bomba ad orologeria – progettata perché non arrecasse danni - nel pronao della basilica di San Pietro come atto di protesta nei confronti della politica del Vaticano accusato di favorire il regime fascista.

Per questo gesto i tre furono arrestati e Cianca fu condannato a 17 anni di reclusione. Liberato in seguito alla caduta del Fascismo partecipò alla guerra di Liberazione dirigendo nel Lazio formazioni partigiane. Nel corso della lotta armata aderì al Partito Comunista dal quale fu candidato nel 1953 alla Camera dei Deputati nella quale rimase per alcune legislature.

Cianca è stato pure segretario della Camera del lavoro di Roma e provincia, il suo nome è legato anche all’impegno sindacale nella CGIL alla guida degli edili. Dal 1966 al 1969 è stato segretario generale della Fillea e membro della presidenza dell'Anppia, l'Associazione nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti.

A lui, per molti anni residente a Montesacro, ha voluto rivolgere un saluto speciale il Presidente del Municipio III, Paolo Marchionne.

“Da sempre – ha detto il minsindaco - è stato per tutti noi un punto di riferimento e un testimone prezioso per il coinvolgimento delle nuove generazioni e della popolazione studentesca, attraverso tantissimi incontri attraverso i quali ha reso vivo il ricordo terribile della guerra e delle atrocità del fascismo nella nostra città. Per il suo quartiere, Montesacro, nel quale ha abitato per tanti anni oggi è un giorno davvero triste, ma di certo – ha assicurato Marchionne - faremo di tutto per non disperdere l'esempio e l'azione di Claudio Cianca nell'insegnamento degli ideali democratici e antifascisti".

I funerali domani alle 11 nella chiesa Valdese di Roma. A commemorarlo Walter Veltroni e il segretario generale della Fillea Cgil, Walter Schiavella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montesacro piange il partigiano Claudio Cianca

RomaToday è in caricamento